Il canto del cigno di Tait? :

dopo pi? di 50 anni di onorata attività viene meno uno dei simboli della vecchia Milano

 

Di Taitù e del suo creatore, titolare e designer Emilio Bergamin che dal 1974 crea collezioni di piatti, bicchieri e accessori per la tavola, completamente, fuori dagli schemi abbiamo, già, avuto modo di parlare in molteplici occasioni. Altrettanto avevamo fatto del negozio che questo artista aveva aperto nel cuore di Milano (in Via Bigli 16) nel 1960 introducendo il concetto di "mix&match" (vera rivoluzione per l’epoca) e introducendo anche il "camayeu", colore diluito progressivamente a partire da un colore base, concetti assolutamente nuovi ed inauditi per l’epoca.

Orbene , al contrario di molte favole che di solito sono a lieto fine, questo bel negozio verrà purtroppo chiuso ,inderogabilemnte, entro il prossimo 30 ottobre per il mancato rinnovo del contratto di locazione divenuto ormai troppo oneroso per un onesto anche se geniale artista.

Anche se l’attività di Bergamin proseguirà, sempre che l’artista ,ormai, disamorato non molli anche lui le sue creature, non vedremo più cosi questo bello ed originale emporio da articoli da regalo dove trovare sempre la cosa giusta e soprattutto non banale.

A proposito di non banalità tre le novità del brand per il 2012 : la collezione Montagna, una vera e propria forza della natura con aghi di pino ,pigne ed altre bacche trasferite sui set di piatti e stoviglie da mettere sulla ns tavola nel periodo natalizio ed ancora ,forse per l’estate, Caraibi, con i colori del mare e quello variopinto dei pesci a farla da padrone e poi Vento con foglie di edera verde sparpaglate qua e là sulle stoviglie ed infine Ferri l’originale collezione di piatti e stoviglie con eccentrici cerchi in ceramica  ora arricchita anche dalle posate design.

Come sempre è la natura e i suo equilibrio a sotttolineare l’evoluzione del gusto di Taitù un gusto che speriamo non si perda nel tempo nè tanto meno rappresenti il canto del cigno di questo eccentrico bravo  e simpatico artista e designer.

a cura della redazione

P.S. Taitù continuerà l’attività negli Uffici e Showroom della sede di Opera e inoltre, ha aperto  il sito E-Commerce:

www-taitu-eshop.com