Rubner:

progetta il futuro dell'edilizia in legno

 

Il Gruppo industriale, 100% ‘Made in Italy’, ottimizza la propria organizzazione e adotta una strategia di rebranding per il raggiungimento dei mercati internazionali.
Dopo essersi affermato nel mercato italiano dell’edilizia in legno, il Gruppo Rubner, guidato al 100% dalla famiglia altoatesina Rubner, prosegue nella sua crescita a livello internazionale. Con un fatturato consolidato di 370,2 milioni di euro nel 2011 e 1.515 collaboratori in tutta Europa, di cui 900 in Italia, sedi storiche a Chienes (BZ), Bressanone (BZ), Calitri (AV) e altre recentemente aperte in Germania, Austria, Svizzera, Francia, Polonia e Slovenia, ora il Gruppo Rubner punta a
sviluppare mercati promettenti nell’area del Mediterraneo e oltreoceano.
Tra gli obiettivi primari della strategia messa a punto dall’Azienda per conseguire nuovi ambiziosi
traguardi:
- presentare un’offerta a 360° nell’ambito della costruzione di edifici e strutture in legno in
grado di soddisfare qualsiasi esigenza da parte della propria clientela
- consolidare la presenza nei mercati dove già è riconosciuta come punto di riferimento del
settore
- aumentare la propria presenza sui mercati internazionali.
Prima mossa per il raggiungimento dei propri obiettivi di sviluppo, l’ottimizzazione del portafoglio dei marchi RUBNER. Le aziende del Gruppo, operanti in cinque diversi settori di mercato e accomunate tanto da una forte crescita quanto da una vera e propria passione per il legno, sono ora organizzate in modo da garantire una catena verticale di processi che coprono l’intera filiera del legno: segati, montanti in legno lamellare per telai, pannelli in legno massiccio, travi in legno lamellare, elementi costruttivi in legno massiccio assolutamente naturali e strutture in legno lamellare, grandi progetti di
edilizia ‘chiavi in mano’, abitazioni residenziali, porte e finestre.
SETTORI DI ATTIVITÀ DEL GRUPPO RUBNER

Un patrimonio unico nel settore dell’edilizia in cui il Gruppo Rubner opera come una grande orchestra affiatata e ogni sua Azienda è al tempo stesso un elemento solista. Una visione organizzativa questa che consente una maggiore condivisione del know-how, la garanzia della massima efficienza sul fronte dei costi, il miglioramento delle già elevate prestazioni in termini di tempistiche e di qualità, nonché una maggiore capacità di soddisfare le richieste ‘su misura’ di una
committenza estremamente variegata che comprende architetti, progettisti, pubblica amministrazione e clienti finali.
La strategia organizzativa e gestionale si riverbera poi a livello di comunicazione nella scelta di far confluire tutte le aziende del Gruppo sotto l’unico ‘marchio ombrello’ RUBNER, per consentire una più facile identificazione da parte del mercato.
Tale progetto riguarda in particolare HOLZBAU, HOLZBAU SUD e GLÖCKEL HOLZBAU, aziende di primo piano a livello mondiale che, unificandosi sotto il marchio ‘RUBNER HOLZBAU’, diventano il primo player europeo nell’ambito delle costruzioni in legno lamellare. L’eccellenza di HOLZBAU e di tutte le altre aziende del Gruppo sarà così associata al mondo RUBNER senza tuttavia rinunciare alla propria identità.
Inoltre, il marchio RUBNER, che già identifica le altre aziende del Gruppo – RUBNER HAUS, RUBNER PORTE e RUBNER OBJEKTBAU -, affiancherà anche i brand RHI, NORDPAN, NORDLAM e SOLIGNO.
La riorganizzazione del Gruppo va di pari passo con i significativi investimenti dell’Azienda sul fronte della ricerca e dello sviluppo. Da oltre 85 anni il binomio tradizione-innovazione rappresenta, infatti, la formula vincente per questa realtà imprenditoriale radicata al tempo stesso in una cultura tipicamente ‘altoatesina’. Un approccio che ha consentito la costante innovazione dei processi produttivi, sempre più competitivi ed efficienti, e investimenti fortemente proiettati al futuro.
Da sempre RUBNER coopera attivamente con le principali università italiane ed europee e dispone di un reparto interno di progettazione che collabora con imprese, progettisti, responsabili commesse e di cantiere per la definizione delle migliori soluzioni costruttive. In particolare, i responsabili di commessa accompagnano il progettista e il cliente in ogni fase del lavoro, dall’acquisizione dell’ordine fino al collaudo dell’opera.
Mettendo a frutto da un lato il know-how acquisito nel settore dell’ingegneria del legno con HOLZBAU, dall’altro la consolidata esperienza nel settore delle costruzioni residenziali, con oltre 15.000 abitazioni realizzate da RUBNER HAUS negli ultimi quarant’anni, il Gruppo è oggi impegnato in prima linea nella stimolante sfida della progettazione e realizzazione di edifici in legno multipiano, un nuovo segmento in fase di sviluppo per il mercato delle costruzioni.
“Nonostante il momento attuale non particolarmente favorevole per il settore edile”, afferma Stefan Rubner, della terza generazione della famiglia e attuale Presidente del Gruppo, “sono convinto che il legno sia il vero materiale vincente in edilizia e un ottimo investimento immobiliare per il futuro. Un materiale tradizionale, ma contemporaneo, versatile e, grazie agli elementi prefabbricati, veloce da montare anche per edifici multipiano. Senza dimenticare che l’edilizia in legno consente di realizzare progetti estremamente individuali e risulta conveniente anche a livello ambientale per la sua capacità di migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di CO2“.
MADE expo – SAIE 2012

LA FILIERA PRODUTTIVA VERTICALE DEL GRUPPO RUBNER
1. Industria del legno
RHI, NORDPAN, NORDLAM e soligno sono le aziende alla base della filiera del Gruppo, apprezzate per affidabilità, tecnologia di lavorazione, innovazione dei processi produttivi e per la moderna organizzazione logistica.
RHI (Rubner Holzindustrie RHI), affermata realtà specializzata nella produzione di segati e semilavorati in abete, è il primo anello della catena dei processi di lavorazione dei prodotti Rubner.
La moderna segheria, situata nella boscosa regione della Stiria, è specializzata nella produzione di lamelle per travi in legno lamellare. I continui investimenti in impianti innovativi garantiscono un’elevata qualità delle prestazioni: dalla produzione dei segati all‘essiccazione, fino alla lavorazione. RHI si presenta oggi con un impianto di piallatura ad elevate prestazioni che raggiunge una capacità annua di 150.000 m3.
NORDPAN, produttore di pannelli in legno massiccio di elevata qualità, monostrato e multistrato e nelle più vaste dimensioni e qualità, è tra i più rinomati rivenditori sul mercato europeo. I pannelli in legno massiccio Nordpan, prodotti negli stabilimenti di Valdaora e Strassen (A), sono ideali per l’edilizia industriale, la costruzione di capannoni, le finiture interne e i rivestimenti di facciate. Nel quadro di una produzione a tutela dell’ambiente, tutti i prodotti di scarto vengono trasformati in pellets.
NORDLAM, produttore di legno lamellare, ha sede in un moderno stabilimento a Magdeburgo, in Germania. Da qui immette sul mercato internazionale prodotti di qualità elevatissima, realizzati utilizzando prevalentemente legno di abeti nordici.
Massima qualità del prodotto e tempi di consegna minimi: questo principio è uno dei pilastri della filosofia Nordlam. A ciò si aggiungano gli investimenti per l’ampliamento della produzione che non hanno pari in Europa. L’apertura del nuovo stabilimento produttivo Nordlam 2.0, nell’ottobre 2012, definisce nuovi standard per quanto concerne la produttività e la varietà dei prodotti in termini di dimensioni.
Soligno è l’innovativo sistema costruttivo in legno massiccio senza colla né metallo, frutto della riuscita evoluzione di un collaudato sistema di costruzione in legno stratificato, che già secoli fa, nel 1130, fu impiegato nella costruzione delle chiese in legno tipiche dei paesi scandinavi. Attenendosi a questa lunga tradizione e in combinazione con il moderno know how, Rubner, assieme all‘impresa Soligno-Reinverbund, ha sviluppato elementi in solo legno massiccio, protetti a livello internazionale dal marchio registrato soligno. I nuovi pannelli da costruzione in legno massiccio soligno per pareti e soffitti sono il sistema più naturale oggi disponibile nel settore delle costruzioni in legno massiccio.
2. Strutture in legno
Da anni, il GRUPPO RUBNER si è guadagnata la leadership di questo mercato grazie alla grande competenza di RUBNER HOLZBAU, azienda dedicata alla realizzazione di costruzioni in legno lamellare dalle caratteristiche inconsuete, innovative o particolarmente sofisticate. RUBNER HOLZBAU garantisce, grazie all’ineguagliabile know-how in materia di progettazione, produzione e montaggio, la realizzazione di strutture complesse come palazzetti dello sport, centri commerciali, capannoni industriali e opere di ingegneria civile quali ponti, viadotti e tralicci. Tutte costruzioni che garantiscono prestazioni di alto livello grazie alle ottime caratteristiche meccaniche del legno, alla sua resistenza dal punto di vista statico (il legno è fra i materiali da costruzione più leggeri in rapporto alle prestazioni e quindi particolarmente adatto in ambiente dinamico, ovvero in caso di sisma) e hanno un comportamento molto stabile anche in caso di incendio. Il legno è anche resistente agli agenti chimici ed ambientali, è ecocompatibile ed energeticamente efficiente.
La crescente attenzione rivolta alle strutture in legno lamellare sia da parte dei progettisti così come dai committenti, e il costante aggiornamento sul fronte tecnologico, grazie alla stretta sinergia con istituti universitari e di ricerca scientifica, hanno portato a un forte sviluppo di questo specifico segmento di mercato e reso RUBNER HOLZBAU il partner ideale per la realizzazione di progetti di grandi dimensioni.

Tra le opere di maggior rilievo realizzate dall’Azienda, due edifici multipiano: il ‘Marina Verde Wellness Resort’, una struttura turistica sulla spiaggia di Caorle a sette piani fuori terra certificato ‘Climaresort in classe A+’ dall’Agenzia CasaClima, e ‘Panorama Giustinelli’, un nuovo complesso residenziale di 6 piani ubicato nel centro di Trieste.
E poi ancora l’Acquaworld di Concorezzo, le acciaierie a Cortenuova (BG), struttura che attualmente vanta la cupola più grande d’Europa, il Factory Outlet Mondovicino (CN) che conta 17.000 mq di coperture in uno dei parchi commerciali più grandi d’Italia, la sede del centro di ricerca e sviluppo di Kerakoll e il centro commerciale Carrefour a Limbiate (MB). In fase di realizzazione, il nuovo complesso edilizio Porta Nuova, Midi città domani a Bologna, uno studentato universitario a
Trento e un capannone industriale ‘Durst’ a Bressanone.
3. Grandi progetti ‘chiavi in mano’
RUBNER OBJEKTBAU è il General Contractor del Gruppo Rubner a cui viene affidata la progettazione e la costruzione di commesse complesse: edifici pubblici, industriali, commerciali, palazzine per uffici, strutture alberghiere, centri di formazione, scuole, università e grandi opere.
Costituita nel 2007, RUBNER OBJEKTBAU è il frutto di un insieme di competenze derivanti da due realtà, ciascuna leader del proprio settore: Rubner Haus, l’azienda che ha lanciato per prima in Italia il mercato delle case in legno, e Rubner Holzbau, la più importante azienda italiana per le strutture in legno lamellare. Attraverso la competenza specialistica mutuata da queste due aziende, e da tutte le altre del Gruppo, RUBNER OBJEKTBAU, che oggi ha sedi a Brunico e a Lione, dispone di un know-how che pochi possono vantare in materia di progettazione, produzione realizzazione e
gestione di commesse importanti.
Tra i progetti più recenti di RUBNER OBJEKTBAU, la Farmacia Bravi, una “Casa della salute“ a due piani nonchè uno degli edifici più innovativi ed ecologici di Brescia, mentre in Francia l’Azienda ha messo in opera la costruzione di 107 cottage con struttura prefabbricata in legno a traliccio per il Villaggio turistico “Center Parc des trois-forets” a Moselle per il Gruppo Pierre et Vacances. E’ stata realizzata con sistema costruttivo soligno la sede della banda musicale di Castelrotto (BZ), un
progetto moderno ed ecologico certificato CasaClima A Nature®.
Tra gli altri importanti progetti, la sede di Rubner Haus a Chienes, un originale esempio di bioarchitettura e prima costruzione non residenziale a fregiarsi del riconoscimento Classe A+ Gold (certificazione CasaClima per gli edifici passivi), il Theiner’s Garten Bio Viltahotel a Gargazzone (BZ), una struttura alberghiera certificata ClimaHotel dall’Agenzia CasaClima e, nell’ambito della ricostruzione post-terremoto in Abruzzo, 220 MAP (Moduli Abitativi Provvisori) nel comune di L’Aquila, progetto denominato OPERAZIONE "42 GIORNI", e la ricostruzione della nuova CASA DELLO STUDENTE. A cura di Rubner Objektbau anche il progetto ‘SCHLOSS BLUMENTHAL’, in Germania, nei pressi di Augsburg in Baviera, un condominio residenziale, esempio di co-housing all’interno di un borgo medioevale che risponde ad un modello di vivere in comune dal punto di vista sociale, economico, culturale ed ecologico.
4. Case in legno
Bioarchitettura, comfort abitativo ed ecologia sono da sempre i principi su cui si fonda l’attività produttiva di RUBNER HAUS, prima azienda italiana certificata ”Azienda CasaClima”. Grazie all’impiego delle più innovative tecnologie costruttive, ogni casa RUBNER è unica e viene realizzata ‘su misura’ per il cliente unendo natura, tradizione e modernità. Ecologiche e a basso consumo energetico, le case Rubner, mono o bifamiliari, per la particolare tecnica costruttiva impiegata, garantiscono anche sicurezza antisismica. In oltre 40 anni di attività, RUBNER HAUS ha realizzato più di 15.000 edifici in tutta Italia e, grazie alla sua spiccata propensione all’innovazione dei processi produttivi , è oggi l’unica azienda europea ad offrire quattro differenti soluzioni costruttive per soddisfare con flessibilità qualsiasi esigenza: Blockhaus per case in legno massiccio, Residenz per case in pannelli con struttura portante in legno a traliccio, Casablanca per case in legno massiccio intonacato e soligno per case a pannelli di legno massiccio (prive di collanti e parti in ferro).
La lavorazione del legno, materiale naturale, e l’utilizzo di materiali ecologici come sughero, canapa, gesso e pannelli in fibra di legno, sottolineano la grande sensibilità di RUBNER HAUS per una costruzione attenta alla natura.

5. Porte in legno
RUBNER PORTE costituisce una parte importante del Gruppo Rubner e, con i suoi 150 collaboratori operanti in 4 stabilimenti – a Chienes (BZ), Ritten (BZ) Percha (BZ) e Belluno – si è guadagnata la fama di specialista nelle produzione di porte in legno di grande pregio per interni ed esterni ‘su misura’.
Dal 2011 tutte le porte prodotte da RUBNER rispondono alla classe ECO100®, uno standard nato dalla combinazione ideale di due materiali naturali, il legno e il sughero, per soddisfare la crescente richiesta dei clienti di avere materiali rinnovabili e provenienti da fonti gestite in modo consapevole e sostenibile.
Le tecniche di produzione di RUBNER PORTE sono costantemente rinnovate per adattarsi alle esigenze dell’edilizia in continua evoluzione. La tradizione del lavoro manuale si sposa con le più moderne tecnologie CNC (Computerized Numerical Control) per garantire un’elevata flessibilità.
Le soluzioni individuali sono lo standard secondo il quale si realizzano tutte le porte Rubner. Ogni esemplare è realizzato esclusivamente con legni pregiati. L’impiego del legno massello pregiato, la ricerca di tranciati di legno selezionati e assemblati da specialisti e le realizzazioni personalizzate testimoniano la tendenza di RUBNER PORTE di perseguire la tipica tradizione altoatesina dell’arte della falegnameria.

CENNI STORICI
Il Gruppo Rubner ha origini in una terra ricca di valori legati alla tradizione e alla salvaguardia dell’ambiente. Alla base da sempre di un business in costante evoluzione il rispetto per la natura, profondamente radicato nel territorio altoatesino, unito a una vera e propria “passione” per il legno.
La prima pietra dell’odierno Gruppo viene posata da Josef Rubner nel 1926 con l’apertura di una piccola segheria a energia idraulica in Val Pusteria che segna l’avvio delle attività produttive.
Pioniere e stratega del successo dell’impresa è stato successivamente Hermann Rubner, uno dei tre figli di Josef, le cui visioni hanno creato solide basi di quella che nel frattempo è diventata la più importante realtà italiana nel settore della lavorazione del legno. Da allora, la famiglia Rubner non ha mai smesso la crescente espansione a livello internazionale.
La terza generazione della famiglia Rubner, titolare al 100% del Gruppo, è composta da Stefan Rubner (Presidente), Peter Rubner (vicepresidente), Joachim Rubner e Alfred Rubner. La sua sfida si gioca tutta sull’innovazione, non solo per quanto riguarda il prodotto finale, ma anche in relazione alle scelte gestionali e organizzative. Tutte le aziende del Gruppo sono permeate da una cultura imprenditoriale e dalla volontà di contribuire alla protezione dell’ambiente, con l’uso oculato delle
risorse e un bilancio ecologico in positivo. Ciascuna di esse è determinata a contribuire alla realizzazione di un mondo in cui poter vivere in comfort e salute, secondo quegli ideali di qualità ed eccellenza delle prestazioni di cui la famiglia RUBNER, insieme a tutti i professionisti che con essa collaborano, vuole permeare lo sviluppo della propria azienda in futuro.
La famiglia Rubner vive da sempre un rapporto speciale con la natura che ha generato un “ecopensiero” che si rispecchia nei processi di lavorazione e si percepisce nei prodotti stessi. Da qui la volontà di assumersi una responsabilità ancora più esplicita, impegnandosi direttamente nella preservazione dell’ambiente e delle tradizioni della sua terra. Qualche anno fa è nato così il primo progetto della Fondazione privata Hermann Rubner Onlus che si rivolge ad attività sociali, culturali e ambientali nella propria regione, ma non solo.
 

a cura della redazione