L'orto della bellezza italiana:

chi semina note, raccoglie armonia

 

Nella splendida cornice del Palazzo Isimbardi si è tenuta oggi a Milano la conferenza stampa di presentazione  diell’Orto della bellezza Italiana.

A moderare l’incontro Gian Andrea Positano di Unipro che ha esordito dicendo che è la prima volta che Unipro e Accademia del Profumo organizzano in Italia la semina dell’orto della bellezza italiana presso la sede della Provincia di Milano

Dopo l’esperienza di Pechino, durante la recente missione confindustriale di giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (in programma per il prossimo 16 Ottobre)  organizzata dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con La Provincia di Milano e Arte da mangiare mangiare arte, Unipro propone un’esperienza guidata tra arte e profumo.

Un saluto di benvenuto è  stato rivolto ai presenti da parte di Raffaele Cucchi ,Vice Presidente Vicario del Consiglio della Provincia di Milano, in sostituzione del Presidente Bruno Dapei,che ha salutato  gli ospiti sottolineando l’attenzione delle istituzioni a iniziative di sicuro valore per il sistema imprenditoriale italiano e il legame con la cultura del nostro Paese.

Il Presidente di Arte da mangiare mangiare arte, Mario Bedussi, con il collega consigliere De Vera hanno ,poi,evidenziato  il rapporto arte&cibo che Arte da mangiare mangiare arte da anni propone al pubblico e che culminerà con una serie di attività legate a Expo 2015. Cuore del progetto il “boccone d’arte”, un’esperienza olfatto-gustativa destinata a stimolare il mondo dei sensi.

Nel solco delle attività di allargamento della comunicazione di Unipro, iniziata con la presentazione alla Camera dei Deputati del Beauty Report 2010 e con la creazione del sito www.abc-cosmetici.com dedicato a un consumatore sempre più consapevole, questa esperienza – ha commentato Fabio Franchina, presidente di Unipro – permette di cogliere l’essenza della polisensorialità per il benessere della persona come obiettivo primario del mondo cosmetico. Anche Unipro investirà particolare attenzione al cammino di Milano verso Expo 2015 organizzando ogni anno due appuntamenti, quello autunnale della “semina” e quello primaverile del “raccolto”: il gesto del lancio del seme, così come la raccolta del frutto, diventano veri e propri riti di bellezza.

Dopo l’intervento di Ornella Piluso l’artista ideatrice e  realizzatrice dell’inziativa che ha spiegato come sia stato difficile per lei scultrice estrarre profumi dalla materia ,l’incontro è proseguito  con una lectio del critico d’arte Rolando Bellini che ha esaltato  il connubio arte e profumo. L’artista topylabrys e l’esperta di fragranze Maria Grazia Fornasier hanno poi accompagnato  gli ospiti in una performance-live: l’orto cresce grazie al contributo di tutti. Facendosi guidare dall’olfatto, ciascuno ha scelto il proprio odore/elemento da piantare. Alla fine l’orto ü cosi diventato un’opera collettiva profumata e l’arte da visiva si è fatta olfattiva.

a cura della redazione