Piquadro e The Bridge sbarcano a Napoli. Aperta oggi la boutique bi-brand all’Aeroporto di Capodichino

piquadro
Piquadro e The Bridge, i due marchi di pelletteria facenti capo al Gruppo Piquadro, aprono a Napoli e lo fanno insieme, con una boutique all’interno dell’aeroporto di Capodichino.

Il nuovo punto vendita rappresenta, per il Gruppo Piquadro, la seconda declinazione dell’esperimento sul format bi-marca e coglie una opportunità importante data dal significativo incremento quali-quantitativo del traffico passeggeri nel 2019 e dalle importanti prospettive di sviluppo dello scalo napoletano. All’interno del nuovo store, che occupa una superficie di 40 mq nell’area imbarchi, convivono in maniera armoniosa due concept totalmente diversi, ispirati ai distinti mondi di riferimento dei due brand: da un lato Piquadro, che è tecnologia e design, e dall’altro lato The Bridge, che è stile vintage e artigianalità. Entrambi sono accomunati dalla cura per il dettaglio e dalla qualità dei pellami e della manifattura.

Le collezioni esposte propongono le novità della primavera estate 2020 e i best seller continuativi di entrambi i marchi, come la linea Blue Square o la Urban, che è parte della divisa di AC Milan e di Aston Martin RedBull Racing.

Il fatturato consolidato registrato dal Gruppo Piquadro nei primi nove mesi dell’esercizio chiusi il 31 dicembre 2019 è pari a 121,8 milioni di Euro, in crescita del 13,5% rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente chiuso a 107,3 milioni di Euro. L’aumento dei ricavi è stato determinato dall’aumento del 3,7% delle vendite a marchio Piquadro e dall’incremento del 9,2% delle vendite a marchio The Bridge oltre che dal consolidamento integrale dei nove mesi delle vendite della Maison Lancel (contro sette mesi relativi al semestre chiuso al 31 dicembre 2018) acquisita nel giugno 2018.

 

Il Gruppo Piquadro

Il Gruppo Piquadro opera nel settore degli accessori in pelle attraverso i marchi Piquadro, The Bridge e Lancel. Capisaldi per i tre brand sono la cura per i dettagli e la qualità della lavorazione e dei pellami ma il prodotto Piquadro si distingue per un design innovativo e un contenuto tecnologico, quello The Bridge esalta il sapore vintage della lavorazione artigianale toscana e infine le collezioni Lancel incarnano l’allure parigina di una maison fondata nel 1876. Le origini del Gruppo Piquadro risalgono al 1987 quando Marco Palmieri, oggi Presidente, fondò la sua azienda in provincia di Bologna, dove tuttora ha sede il quartier generale. La rete distributiva si estende su oltre 50 paesi nel mondo e conta su 187 punti vendita che includono 101 boutique a insegna Piquadro (64 in Italia e 37 all’estero di cui 58 DOS-directly operated stores e 43 in franchising), 12 boutique a insegna The Bridge (12 in Italia di cui 9 DOS-directly operated stores e 3 in franchising) e 72 boutique a insegna Lancel (59 in Francia e 13 all’estero di cui 66 DOS-directly operated stores e 6 in franchising).

Il fatturato consolidato del Gruppo, relativo all’esercizio 2018/2019 chiuso al 31 marzo 2019, è pari a 147,5 milioni di Euro e l’utile netto consolidato è pari a circa 34,48 milioni di Euro. Dall’ottobre 2007 Piquadro S.p.A. è quotata alla Borsa Italiana.

a cura della redazione