Ai nastri di partenza la terza edizione del Festival dello Sport dal titolo “We are the champions” in programma dall’8 all’11 ottobre 2020 a Trento

 

 

fotocairo

 

Il Festival dello Sport torna dunque con la  sua terza edizione con il titolo ‘We are the champions’, in programma dall’8 all’11 ottobre 2020 a Trento. E’ organizzato da La Gazzetta dello Sport e dal Trentino (Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, Trentino Marketing, Apt di Trento), con il patrocinio del Coni e del Comitato italiano paralimpico.

Il palinsesto del festival è stato presentato oggi a Milano presso la Sala Buzzati del Corriere della Sera, da sempre cuore pulsante della Gazzetta dello Sport,  da: Urbano Cairo, presidente di RCS MediaGroup; Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento; Stefano Barigelli, direttore La Gazzetta dello Sport; Uberto Fornara, consigliere esecutivo di RCS e AD di Cairo Communication; Maurizio Rossini, CEO di Trentino Marketing; Gianni Valenti, vicedirettore vicario de La Gazzetta dello Sport e direttore scientifico de Il Festival dello Sport.
Presenti anche Paola Mora, presidente del Coni di Trento, Massimo Bernardoni, delegato del Cip, e il designer Aldo Drudi, autore del manifesto ufficiale del Festival.
Ha condotto l’evento il giornalista Gazzetta Antonino Morici. Oltre 60 eventi e più di 100 grandi ospiti.
Tutto il programma in live streaming su gazzetta.it e ilfestivaldellosport.it

Il Festival dello Sport è stata la casa dei record e dei fenomeni, di tutte le emozioni che nelle prime due edizioni hanno riempito le sale di Trento e il cuore di ogni appassionato. E allora, We are the Champions: La Gazzetta dello Sport e Trentino sono orgogliosi di presentare un’edizione 2020 straordinaria.
Il Festival dello Sport di Trento in formato DIGILIVE si apre a una platea sconfinata: chiunque, in ogni momento e da ogni luogo, potrà seguire in diretta streaming su ilfestivaldellosport.it e su gazzetta.it il palinsesto non-stop di 3 giorni con oltre 60 eventi.
In totale, saranno più di cento i grandi ospiti che rappresenteranno il mondo dello sport in quasi ogni sua disciplina sui palchi reali e virtuali di Milano, del Trentino e non solo.
Parte degli eventi in programma potrà essere seguita anche dal vivo, con ingressi limitati, nelle due location milanesi, la Sala Buzzati, e il Piccolo Teatro Strehler. Per partecipare sarà necessario accreditarsi sul sito ilfestivaldellosport.it, che a breve aprirà le iscrizioni.
Chi seguirà gli eventi da casa, sempre sul sito del festival avrà tante opportunità di interazione virtuale con i suoi campioni, che potranno dialogare con il pubblico degli appassionati sportivi.

«In quest’anno così particolare Il Festival dello Sport poteva sembrare una corsa a ostacoli, ma abbiamo fatto il miracolo, grazie alla forza trascinante delle edizioni passate e all’impegno di Gianni Valenti e di tutti gli organizzatori», ha tenuto  a sottolineare  il presidente Urbano Cairo. «Avremo con noi tanti grandi campioni per un’edizione virtualmente senza confini e aperta all’intero popolo sportivo,
che potrà seguire online in numero molto maggiore i suoi campioni e vivere le emozioni di queste giornate.»
«A Trento, grazie al Festival si è riusciti a creare una vicinanza tra il pubblico e i grandi campioni come in nessun altro evento sportivo. – ha precisato  Maurizio Fugatti, presidente della Provincianautonoma di Trento. – Nella fase attuale dell’emergenza non sarebbe stato possibile mantenere tutto questo, a causa dei forti assembramenti che si sarebbero venuti a creare e che le disposizioni in
vigore puntano a evitare. Il nostro impegno e il nostro entusiasmo permangono anche in questa edizione, per dare continuità, a fianco de La Gazzetta dello Sport, allo spirito di questo bellissimo Festival e per trovarci pronti e concentrati per l’edizione del 2021 che tornerà al suo format classico, a Trento.»
« Per la terza edizione del Festival dello Sport abbiamo scelto il titolo iconico che riprende quello di un brano che tutti associamo alle grandi imprese sportive. Ma chi sono i campioni? Personaggi straordinari, singoli o squadre, che vincono, riuscendo ad eccellere su tutti gli altri. Atleti, allenatori, imprenditori e medici che lasciano o hanno lasciato una traccia con la loro specialità nell’ambito del mondo dorato dello sport. Abbiamo raccolto la sfida che ci pongono le oggettive difficoltà del momento  e non abbiamo rinunciato all’ambizione di organizzare un festival straordinario per contenuti e ospiti. We are the Champions offrirà a tutti gli sportivi un programma che non ha nulla da invidiare ai record e ai fenomeni delle scorse edizioni. E riusciremo a garantire eventi in presenza e interlocuzione tra spettatori e campioni.» Ha dichiarato Gianni Valenti.
Secondo Maurizio Rossini CEO di Trentino Marketing «Dopo due edizioni segnate da una straordinaria partecipazione e da un forte coinvolgimento del pubblico  il Festival dello Sport quest’anno non presidia fisicamente gli spazi tradizionali nel cuore di Trento. Il Trentino è però molto presente anche in questa edizione DigiLive. Qui saranno ambientate tra le altre le tre Masterclass dedicate all’arrampicata ad Arco, al basket e al parkour in Val di Non, dove grandi interpreti di questi sport si raccontano e offrono consigli e suggerimenti. E la sigla di questa edizione avrà per teatro la splendida Piazza Duomo di Trento, con protagoniste le “farfalle azzurre” della Nazionale di ginnastica ritmica.»
Quattro le tipologie di eventi previste dal programma, comprese nuove linee di palinsesto studiate ad hoc per l’edizione digilive: Talk, Masterclass, Academy Salute e Book Club.
TALK, gli incontri con i campioni.
Anche nell’edizione straordinaria 2020, sarà possibile seguire grandi nomi dello sport. Saranno con noi in streaming miti come Lewis Hamilton, Rafa Nadal, Chris Froome, Mark Spitz, Maverick Viñales, Aleksander Kilde, Romelu Lukaku, Zlatan Ibrahimovic, Gianluca Vialli, Reinhold Messner e Nirmal Purja, Michel Platini, Zico, Franco Causio, Carlo Bertelli e l’equipaggio di  Luna Rossa, Luca Cordero di Montezemolo, Federica Brignone, Michela Moioli e Roland Fischnaller, Chuck Jura, Bob Morse e Dino Meneghin, Max Calderan, Yeman Crippa, Juri Chechi, Igor Cassina e Marco Lodadio, le Farfalle, i campioni del mondo di ciclismo Francesco
Moser, Maurizio Fondriest, Beppe Saronni, Moreno Argentin, Alessandro Ballan e Gianni Bugno.
Molti grandi campioni e personaggi del mondo dello sport presenzieranno agli incontri aperti al pubblico, che si svolgeranno al Teatro Strehler di Milano e nella Sala Buzzati di RCS MediaGroup con tutte le restrizioni e le regole sanitarie vigenti. Tra questi, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, Giovanni Malagò Presidente del Coni, Iker Casillas, Carlos Puyol, Javier Tebas, Marcello Lippi, Arrigo Sacchi, i fratelli Simone e Filippo Inzaghi, Javier Zanetti, Estaban Cambiasso, Giampiero Gasperini, Pierluigi Gollini, Roberto Boninsegna, Giancarlo De Sisti, Pierluigi Cera, Urbano Cairo, Bernard Hinault, Marco Belinelli, Danilo Gallinari, Nicolò Melli, Carolina Kostner, Flavia Pennetta, Tania Cagnotto, Elisa Di Francisca, Simona Quadarella, Gabriele Detti, Francesca Schiavone, Jannik Sinner, Patrick Mouratoglou, Bebe
Vio, Fiona May, Valentina Vezzali, Antonio Rossi, Carlton Myers, Jury Chechi, Umberto
Pellizzari, Frank Chamizo e Fabio Basile, Alex Bellini, Nives Meroi con Romano Benet, Hervé Barmasse, Aldo Montano, Javier Sotomayor e Gianmarco Tamberi, Riccardo Patrese, Jarno Trulli, Pierluigi Martini, Nicola Larini, Giacomo Agostini, Marco Luchinelli, Luca Cadalora, Aldo Grasso, Pierluigi Pardo.
Insieme ai giornalisti Gazzetta, condurranno i talk Cristina Fantoni e Rachele Sangiuliano.

 

MASTERCLASS, le lezioni per imparare dai migliori.
Basket. Storia, segreti e tecniche del basket 3×3 attraverso la visione di una leggenda come Jack Galanda, le parole del coach Andrea Capobianco e le performance dei giocatori della Nazionale Open Femminile e Maschile. Sul campo di Ronzone in Trentino scopriamo regole base e tecniche fondamentali, ma anche tattiche e strategie per affinare il gioco.
Arrampicata. Con il fenomeno Adam Ondra, il campione azzurro Stefano Ghisolfi e la
giovanissima Laura Rogora, la masterclass esplora il mondo dell’arrampicata, dalle diverse discipline – bouldering, lead e speed – all’emozione di confrontarsi con una falesia. Una lezione resa ancora più affascinante dallo spettacolare scenario di Arco.
Nuoto. Nella piscina del Foro Italico di Roma, la campionessa europea di dorso Margherita Panzieri e la maratoneta argento a Rio 2016 Rachele Bruni svelano i segreti della nuotata perfetta.
Le accompagna il direttore tecnico delle squadre nazionali Cesare Buttini, maestro nell’insegnare come approcciare i diversi stili e migliorare le proprie prestazioni in vasca.
Tennis. Una vera lezione “privata” con Jannik Sinner, l’astro nascente del tennis mondiale, e con il suo coach Riccardo Piatti, allenatore in passato anche del numero uno del mondo Novak Djokovic. Senza dimenticare psicologia e alimentazione, due elementi chiave per migliorare le prestazioni di appassionati e campioni.
Parkour. Un’arte, oltre che uno sport, una disciplina metropolitana che sta esplodendo anche in Italia. Attraverso le parole del direttore tecnico della Nazionale Roberto Carminucci e le evoluzioni dei suoi atleti, la lezione propone un percorso di avviamento per imparare a superare qualsiasi genere di ostacolo con la maggior efficienza, velocità e semplicità possibile.
ACADEMY SALUTE. Lo sport è salute. Com’è cambiato ai tempi del Covid, come praticarlo in gravidanza, quali sono i benefici di terapie come la crio, quali i segreti di un’alimentazione che migliori la performance. Questi e altri temi saranno oggetto di incontri e approfondimenti con esperti della comunità scientifica e campioni per esplorare le nuove frontiere della medicina e il loro apporto al mondo dello sport, amatoriale e professionistico. Gli incontri, realizzati in collaborazione con Corriere Salute, vedono la partecipazione di medici, professori, preparatori atletici e sportivi come Ilaria Cusinato, Marco Di Costanzo, Manolo Gabbiadini e Margherita Grambassi.
BOOK CLUB. Grandi nomi della cultura e dell’attualità a confronto, attorno a libri che ricostruiscono le storie e presentano i protagonisti dello sport di tutti i tempi. Incontri che ripercorrono i momenti più emozionanti e le figure chiave della nostra epoca, delineando vicende non solo sportive, ma di riscatto umano e sociale, per raccontarsi e raccontare spaccati di vita vissuta di ieri e di oggi. Dialogheranno con i giornalisti Gazzetta tra gli altri: Enrico Brizzi, Davide Cassani, Nando Dalla Chiesa e Gianfelice Facchetti, Gianluca Di Marzio e Nicolas Burdisso, Filippo Magnini, Mike Maric, Luca Telese e Bobo Gori.
Il programma completo del Festival con tutti gli appuntamenti e i nomi dei protagonisti sarà disponibile a partire da domani sui siti gazzetta.it e ilfestivaldellosport.it e sarà costantemente aggiornato nei giorni di avvicinamento al Festival. Sempre sul sito ufficiale sarà possibile a breve registrarsi per prenotare la partecipazione agli eventi dal vivo.
L’hashtag ufficiale del Festival è #ilfestivaldellosport.
Numerosi brand partner aderiscono all’edizione straordinaria DigiLive del Festival dello Sport.
Audi è Main Partner. Cassa Centrale Banca, Consorzio Parmigiano Reggiano e UnipolSai sono Premium Partner. Ecopneus è Sustainability Partner. Sono Partner: Felicetti, Gruppo San Donato, Herbalife Nutrition, La Sportiva, Rovagnati, Ucb Pharma. SUN68 firma l’Official Apparel, Radio Italia è Radio Ufficiale.
La presenza di Audi al Festival dello Sport come main partner conferma il forte legame che unisce Audi al mondo dello sport. La sportività è uno dei pilastri su cui si basa la Marca dei quattro anelli e trova massima espressione sia nel Motorsport sia sulla strada attraverso tecnologie avanguardistiche, in una continua ricerca della massima efficienza. Proprio per questo, Audi è vicina ai grandi eventi sportivi, come i festeggiamenti per il centenario della Federazione Italiana Sport Invernali. Durante questo evento, infatti, si svolge a Milano la consegna della flotta di Audi Q7 plug-in hybrid, soluzione di mobilità consapevole ad alte prestazioni, che porterà gli atleti della FISI ai numerosi appuntamenti dell’intenso calendario agonistico. Dal 2007 Audi è vicina agli atleti della Federazione, con una partnership che è cresciuta nel tempo, trasformandosi in una condivisione di strategie e di comunicazione, forte della lunga tradizione dei due Brand e della comune attenzione all’eccellenza e al rispetto dell’ecosistema.
Secondo Giorgio Fracalossi, Presidente di Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo Italiano “Abbiamo voluto confermare il nostro sostegno al Festival –anche per dare un segnale di volontà di ripresa, che si aggiunge a tutte le iniziative intraprese in questi mesi sul piano bancario e organizzativo. Abbiamo fatto e continueremo a fare la nostra parte, con una pluralità di interventi che rappresenta il contributo del Gruppo alle necessità che si sono manifestate nei Territori, per poter superare questa situazione di difficoltà. Per questi motivi è fonte di orgoglio per noi confermare per il terzo anno consecutivo il sodalizio con RCS come sostenitori del Festival dello Sport.”
Per Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano, “Il Parmigiano Reggiano, prezioso alleato degli sportivi, non poteva che essere tra i protagonisti dell’edizione 2020 del Festival dello Sport grazie alle sue ‘fenomenali’ qualità intrinseche: una riserva di energia ready-to- use prima, durante e dopo ogni sforzo fisico”.
A parere di Vittorio Verdone, direttore Corporate Communication e Media Relations Gruppo Unipol “Lo sport è agonismo, competizione, spettacolo, ma anche educazione alla vita e all’osservanza delle regole, soprattutto per i ragazzi. In un’epoca che sembra aver dimenticato i valori della convivenza civile e del rispetto dell’altro da sé, lo sport ha un ruolo importante, perché può veicolare questi valori grazie all’alta visibilità dei suoi più grandi protagonisti. Siamo convinti che dagli atleti e dalle loro imprese sportive possa infatti arrivare a tutti l’ispirazione e lo slancio per superare gli ostacoli e le difficoltà di tutti i giorni e per far passare messaggi di civiltà. Per questo, con rinnovato entusiasmo, abbiamo deciso di sostenere il Festival dello Sport 2020 e i valori che verranno celebrati nel corso della manifestazione”.
Per il terzo anno Ecopneus è Sustainability Partner del Festival dello Sport, per mostrare vantaggi e caratteristiche delle superfici per lo sport realizzate con la gomma riciclata dei Pneumatici Fuori Uso. Campi da basket, calcio, pallavolo, polivalenti, che garantiscono massime performance atletiche e che contribuiscono all’economia circolare del nostro Paese. Perché anche lo sport, oggi e nel futuro, può essere ambientalmente sostenibile.
Il legame che il Pastificio Felicetti ha avuto e continua ad avere oggi con il mondo dello sport è qualcosa che potremmo definire “spontaneo”. L’azienda di Predazzo (TN) ha scelto di sostenere infatti fin dagli esordi il Festival dello Sport perché porta avanti una filosofia che è in linea con i valori nei quali l’azienda crede. Chi pratica sport o chi fa di esso il proprio mestiere sa bene quanto sia importante, anche in funzione della preparazione atletica, una buona alimentazione. Questo spesso si traduce nell’assunzione di cibi diversi, giustamente bilanciati e adeguati per un corretto apporto calorico. Ma il cibo non è semplicemente la somma di calorie, deve anche trasmettere gusto e sensazioni. La pasta di Felicetti è un prodotto unico, genuino, semplice, facilmente digeribile, dal sapore ricercato e per questo molto apprezzato anche da chi è in continuo movimento.
Il Gruppo San Donato sostiene il Festival dello Sport perché da sempre ritiene che lo sport sia un alleato indispensabile della salute e della prevenzione anche di patologie severe, quali diabete, ipertensione, obesità e malattie cardiovascolari. Fare movimento, a tutte le età, non ha effetti benefici solo sul fisico, ma anche sulla mente: niente come lo sport insegna a reagire alle sconfitte e a rialzarsi più forti di prima, promuove il rispetto, l’impegno e la collaborazione. Valori che il Gruppo San Donato condivide e che sono fondamentali in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo e dal quale usciremo solo se uniti.
Herbalife Nutrition è da sempre vicina al mondo dello sport nella condivisione dei valori e della divulgazione di uno stile di vita sano, sostenendo più di 250 atleti e squadre in tutto il mondo, per questo è partner del Festival dello Sport 2020. In Italia dal 2016, Herbalife Nutrition è a fianco del CONI con la linea Herbalife24 in qualità di Fornitore per gli Integratori Sportivi, ma non solo, sostiene anche la FIN ed è partner ufficiale della FIDAL e sponsor della squadra di pallavolo del Trentino Volley. Inoltre è al fianco del suo Team H24 composto dai campioni come Arianna Errigo, Arianna Fontana, Simone Giannelli, Simona Quadarella e Giuseppe Vicino.
La Sportiva porta i campioni dell’arrampicata di oggi e quelli di domani al Festival dello Sport: l’icona mondiale della disciplina Adam Ondra, il simbolo di casa Stefano Ghisolfi, gli atleti olimpici della nazionale italiana classificati per le Olimpiadi di Tokyo 2021: Laura Rogora, Ludovico Fossali e Michael Piccolruaz, l’alpinista al femminile per eccellenza Tamara Lunger e la star mondiale dell’arrampicata Tommy Caldwell autore di The Dawn Wall sulla parete americana di El Captain. Saranno loro i protagonisti dei tanti contenuti digitali e live che offrirà il Festivalmpresentando l’arrampicata a un pubblico ancora più vasto grazie alle potenzialità dei canali digitali.
Con un unico obiettivo: ispirare raccontando il mondo verticale.
UCB Pharma, azienda biofarmaceutica globale, partecipa al Festival dello Sport 2020 per presentare Advantage Hers, una campagna di comunicazione condotta in collaborazione con la campionessa di tennis di fama mondiale Caroline Wozniacki. La campagna, ispirata dal percorso dimCaroline, affetta da artrite reumatoide, accrescerà la consapevolezza circa le esigenze insoddisfattemdi milioni di donne in tutto il mondo affette da malattie infiammatorie croniche come artrite reumatoide, spondiloartrite assiale, artrite psoriasica e psoriasi, e fornirà loro informazioni e sostegno perché siano sempre più in grado di assumere un ruolo più attivo nelle loro cure.
Sarà SUN68, Official Brand Apparel del Festival, a raccontare il dietro le quinte dell’evento attraverso “L’altro Festival”, il nuovo format creato per l’edizione DigiLive, con commenti a caldo e interviste inedite. Il marchio italiano di abbigliamento casual sottolinea in questo modo il legame con il mondo dello Sport & Lifestyle, parte integrante del DNA del brand.
La musica di Radio Italia sarà la colonna sonora anche della terza edizione del Festival dello Sport per tutti e tre i giorni del Festival. Radio Italia, inoltre, ha ideato una playlist dedicata a tutti gli appassionati di sport che vorranno allenarsi a ritmo della grande musica italiana.

a cura della redazione
Gianni Valenti: “Per la terza edizione del Festival dello Sport abbiamo scelto il titolo iconico che riprende quello di un brano che tutti associamo alle grandi imprese sportive. Ma chi sono i campioni? Personaggi straordinari, singoli o squadre, che vincono, riuscendo ad eccellere su tutti gli altri. Atleti, allenatori, imprenditori e medici che lasciano o hanno lasciato una traccia con la loro specialità nell’ambito del mondo dorato dello sport. Ognuno degli ospiti che ci verrà a trovare a Trento avrà un’impresa da raccontare, delle emozioni da consegnare al meraviglioso pubblico di una kermesse che dopo solamente due anni è già diventata un piccolo grande fenomeno di cultura sportiva. Parleremo naturalmente di sport olimpici, a due mesi dalla chiusura dei giochi di Tokyo, del grande calcio, del pianeta dei motori e delle fantastiche imprese che ci regala la montagna”.

“La macchina organizzativa che sta dietro ad un evento come questo – ha evidenziato Maurizio Rossini – è davvero importante e coinvolge numerosi soggetti: il Comune, la Provincia, l’APT locale, le Forze dell’ordine e poi le istituzioni delle Sport come il Coni, il CIP, fino alle principali Federazioni e al mondo dell’Associazionismo sportivo”.

“Per La Gazzetta dello Sport questo Festival è stato ed è un evento fondamentale – ha detto il direttore Andrea Monti – Non solo per il suo straordinario successo, ma soprattutto perché consente di vivere la dimensione dell’incontro. La condivisione con il pubblico fa esprimere al meglio i valori del giornale e del Festival: emozione e passione”.

a cura della redazione