Alta Pusteria: una storia ricca di cultura

????????????????????????????????Pusteria
Eventi, commemorazioni storiche e attività per il centenario
della Grande Guerra, oltre a tour e mostre dedicate alla storia dell’alpinismo

Nel 2009 le Dolomiti sono state dichiarate patrimonio Mondiale UNESCO sottolineando così l’unicità, l’eccezionale bellezza e l’integrità di questa regione montuosa. I cinque comuni pusteresi di Sesto, San Candido, Dobbiaco, Villabassa, Braies da decenni si impegnano nella tutela di questa eredità naturale attraverso l’educazione al rispetto di questi monumenti e la diffusione della loro storia.
L’Alta Pusteria (www.altapusteria.info) ha moltissimo da offrire agli appassionati: musei, mostre, laboratori e tour dedicati alla storia delle Dolomiti per immergersi nella cultura del territorio. Ad esempio, il Museo del Turismo documenta la storia del turismo e dell’alpinismo di questa regione ricreando il fascino delle antiche locande e delle numerose sorgenti termali, oltre alla riproduzione dell’antica ferrovia della Val Pusteria e delle case di quegli anni. Un viaggio tra le tradizioni e la vita quotidiana delle popolazioni locali che rivive nell’edificio “Haus Wassermann” a Villabassa.
Invece, la prima mostra permanente dedicata alle Dolomiti, presso il Centro visite Tre Cime a Dobbiaco, consente di conoscere più da vicino il Parco naturale Dolomiti di Sesto e il Parco naturale Fanes-Senes-Braies scoprendo tante nozioni sulla formazione geologica della zona, sugli eventi bellici lungo il fronte dolomitico e sulle opere di fortificazione che sono state costruite durante la Prima Guerra Mondiale, oltre che sugli inizi dell’alpinismo e dello sviluppo turistico in Alta Pusteria. Poi, il laboratorio sperimentale offre soprattutto al pubblico più giovane un approccio ludico alla natura con interessanti incontri e filmati multimediali per imparare divertendosi.
Le Dolomiti non solo rappresentano uno scenario naturale e culturale da preservare, ma racchiudono anche molte testimonianze della Grande Guerra sulla Croda Rossa, una storia di grandi opere, di eventi incredibili e di soldati che hanno sfidato l’altitudine, il freddo, le valanghe e la solitudine.
Durante quel periodo i soldati hanno realizzato strade, funicolari, accampamenti, postazioni, trincee e gallerie che adesso, con il passare dei decenni, sono ormai andate quasi completamente distrutte dall’alternarsi delle stagioni e dall’incuria del tempo. Ma proprio per salvaguardare e valorizzare quelle rimaste, per conservarle e trasmetterle alle generazioni future, l’associazione “Bellum Aquilarum ONLUS” di Sesto ha costituito il Museo all’aperto della Grande Guerra dove è possibile rivivere quegli anni attraverso un percorso a tappe (della durata di circa 2
ore e adatto a tutti) e mostre a tema con visite guidate ogni martedì e venerdì per tutta l’estate, da giugno a settembre.
Altre tappe importanti in Alta Pusteria nel percorso dedicato alla Grande Guerra sono: il cimitero di guerra „Burg“ a San Candido, il Cimitero di Guerra Sorgenti, creato nel 1915 nella Val di Landro, e l’area strategica del Monte Piana, tra le Tre Cime di Lavaredo e il Lago di Misurina, che fu teatro di grandi combattimenti e dove persero la vita 14.000 soldati tra italiani ed austriaci. Il sentiero escursionistico a cielo aperto si snoda tra gallerie, trincee e postazioni accuratamente restaurate.
Proprio in occasione del giubileo della Prima Guerra Mondiale, le Associazioni Turistiche dei cinque comuni pusteresi danno il via a una serie di eventi commemorativi, conferenze e proiezioni in programma dal 30 agosto al 6 settembre 2015. A chiudere la serie di appuntamenti è la “Festa in memoria” in programma il 5 e il 6 settembre a Landro.
Oltre ai musei all’aperto, il Consorzio Turistico Alta Pusteria promuove tanti percorsi tematici e attività per ripercorrere insieme la storia delle Dolomiti in una cornice naturale mozzafiato:
CULTURONDA DOLOMYTHOS: VIVERE LE DOLOMITI PATRIMONIO MONDIALE UNESCO
Le date: 7, 14 e 21 luglio; 8, 15 e 22 settembre. Prezzi: € 40,00 a persona (transfer in pullman, ingresso al Museo Ladin Ciastel de Tor e visita guidata inclusi nel prezzo). Per la prenotazione è possibile rivolgersi alle Associazioni Turistiche dell’Alta Pusteria.
Un viaggio per tutti i sensi che unisce natura e cultura, paesaggi ricchi di contrasti e tradizioni nel maestoso paesaggio delle Dolomiti. La partenza dell’escursione è presso il Museo Ladin Ciastel de Tor a San Martino in Badia – con un’introduzione alla storia e alla lingua dei Ladini – e arrivo all’antico maso trecentesco Alfarëi a San Leonardo in Alta Badia, dove un pranzo tipico ladino aspetta di essere gustato. Attraversando gli storici passi Valparola e Falzarego e passando per Cortina d’Ampezzo si arriva al punto vista Tre Cime nella Val di Landro. Dopo la visita al Cimitero di Guerra Sorgenti, si prosegue verso il Centro Visite del Parco Naturale Tre Cime, con una breve introduzione al fenomeno della formazione delle Dolomiti. Da qui si organizza il ritorno in pullman a Brunico e San Martino in Badia.
LA PROPOSTA DEL CONSORZIO TURISTICO ALTA PUSTERIA – Per l’occasione, il Consorzio Turistico Alta Pusteria propone un interessante pacchetto – valido dal 4 al 25 luglio e dal 5 al 26 settembre – che comprende 7 pernottamenti, l’escursione Culturonda® Dolomythos, un ingresso al museo DoloMythos a San Candido e un‘escursione guidata alla Malga Anderter organizzata dall’associazione Bellum Aquilarum. Prezzi a partire da € 489,00 con trattamento in mezza pensione in hotel 3 stelle.
SETTIMANE DOLOMITES ALPIN DAL 30 MAGGIO AL 13 GIUGNO E DAL 19 SETTEMBRE AL 3 OTTOBRE
Sulle tracce della Prima Guerra Mondiale a Sesto con la proposta “Dolomites Alpin” che prevede entusiasmanti settimane all’insegna della montagna e della storia dell’alpinismo con escursioni guidate su percorsi panoramici nel parco Naturale delle Tre Cime e visite al museo all’aperto sulla Croda Rossa.
Per scaricare o ricevere direttamente a casa le cartine, i cataloghi e i depliant tematici, individuare la struttura più vicina alla zona d’interesse, o avere informazioni aggiornate sugli eventi e le manifestazioni, basta consultare il sito del Consorzio Turistico Alta Pusteria www.altapusteria.info.
Durante il soggiorno in Alta Pusteria l’ideale è la conveniente Card 4 Montagne, il ticket plurigiornaliero valido 3 o 7 giorni che consente di usufruire degli impianti di risalita del Monte Baranci, Monte Elmo, Croda Rossa e Orto del Toro (adulti: € 34,00 a persona per 3 giorni e € 43,00 a persona per 7 giorni; bambini: € 21,00 a persona per 3 giorni e € 25,00 a persona per 7 giorni). E non è tutto! Il Consorzio Turistico Alta Pusteria propone alle famiglie la Tre Cime Card, la tessera all-inclusive per l’estate valida dal 30 maggio al 3 ottobre 2015, con numerosi vantaggi: acquistandola (€ 44 per gli adulti e € 22 per i bambini dai 6 ai 15 anni) si ha accesso a strutture sportive, impianti di risalita ed entrate nei musei in tutta l’Alta Pusteria. Anche la Bikemobil Card consente di utilizzare illimitatamente tutti i mezzi pubblici dell’Alto Adige per 1, 3 o 7 giorni consecutivi (adulti: € 24, € 30 e € 34; bambini: € 12, € 15 e € 17) e in una di queste giornate, a scelta, è possibile avere a disposizione una bicicletta a noleggio.
Il Consorzio Turistico Alta Pusteria è l’ente che raggruppa le Associazioni Turistiche dei comuni di Sesto, San Candido, Dobbiaco, Villabassa, Braies e il Consorzio Sci Sextner Dolomiten – Alta Pusteria. Fondato nel 1993 dalla Provincia di Bolzano, il Consorzio coordina le attività di promozione turistica della valle e di valorizzazione del territorio. Intensa è anche la collaborazione con le altre realtà locali, come il Circuito Dolomiti Nordicski, il carosello di sci di fondo più grande d’Europa, e gli enti provinciali e regionali. Il Consorzio è presieduto da Erwin Lanzinger.
Per ulteriori informazioni
Consorzio Turistico Alta Pusteria
Via Dolomiti 29 – 39034 Dobbiaco Tel. + 39.0474. 913156 Fax + 39.0474. 914361 Carmen Schwingshackl -
carmen.schwingshackl@altapusteria.info www.altapusteria.info

a cura della redazione