Assosvezia CSR Award: il premio dedicato ai progetti di Corporate Social Responsibility delle aziende svedesi in Italia conferito ad Ikea Italia per la campagna “No Room for Violence”

Ikea 2Ikea 1

La Camera di Commercio Italo-Svedese conferisce l’Assosvezia CSR Award alla campagna “No Room for Violence” di IKEA Italia
Nell’elegante cornice del Salone d’Oro presso la Società del Giardino, in occasione della tradizionale Cena di Gala di Santa Lucia della Camera di Commercio Italo-Svedese Assosvezia, è stato conferito il premio Assosvezia CSR Award a IKEA Italia per la campagna “No Room for Violence”. Il premio è stato consegnato da S.E. l’Ambasciatore di Svezia in Italia Robert Rydberg e da Roberto Rota, Vice Presidente di Assosvezia e General Manager di Atlas Copco Italia.

La giuria che ha attribuito la vittoria ha valutato tra le candidature pervenute da varie aziende svedesi per poi scegliere in modo unanime di premiare il progetto di IKEA. I motivi che hanno determinato l’esito del premio sono i seguenti:

“Il progetto di IKEA Italia – No Room for Violence -  è incentrato sul tema della violenza sulle donne, in particolare tra le mura domestiche, e tocca un problema tristemente attuale. Argomento molto discusso e al centro del dibattito nella nostra società, è stato affrontato da IKEA Italia in maniera innovativa e molto coraggiosa. Chiunque sia venuto a contatto con l’iniziativa o ne sia stato testimone a posteriori, non ha potuto che rimanerne colpito e sensibilizzato. Il progetto nasce da una iniziativa sviluppata in Italia e ha ottenuto numerosi riconoscimenti, sia a livello nazionale che internazionale”.

Il premio è stato ritirato da Alessandro Aquilio, Country Communication Manager di IKEA Italia, in rappresentanza dell’azienda.

L’obiettivo di IKEA èquello di rendere migliore la vita quotidiana della maggioranza delle persone. Per chi, come noi, mette al centro “la vita in casa” è inaccettabile sapere che proprio la casa sia spesso il luogo dove quotidianamente le donne subiscono violenza. L’impegno che abbiamo voluto dimostrare attraverso questo progetto, che quest’anno è alla sua seconda edizione, ha reso possibile in parte rompere il muro del silenzio e supportare le donne che subiscono violenza domestica a uscire da questa condizione, per poter vivere la propria vita e la propria casa, sentendosi al sicuro. IKEA è, infatti, da sempre ambasciatrice della cultura svedese nel mondo, promuovendoquello che comunemente chiamiamo: “‘svedesità” cioè quel sistema di valori tipicamente nord-europeo, che attribuisce grande importanza alle relazioni, alla valorizzazione e al rispetto della diversità, all’inclusione e ai diritti di ciascuno così come alla qualità della vita delle persone. È proprio grazie a questa eredità culturale, viva e radicata non solo in IKEA ma in tutto il sistema delle imprese svedesi, che può nascere una campagna di responsabilità sociale come ‘Per una giusta casa’. Un progetto che rappresenta il nostro contributo per attivare quel cambiamento che tutti auspichiamo nei rapporti tra uomo e donna perché ogni casa possa essere una “giusta” casa, dove ci sia posto per tutto e tutti, tranne che per la violenza”.

a cura della redazione