Cala il sipario sulla nona edizione di Villa D’Este Wine Symposium: 6 seminari, 3 degustazioni e 300 partecipanti da 25 Paesi. In cucina il cuoco Euro-Toques Michele Zambanini

wine 2wine 1wine 3wine 4
“Evoluzioni sostenibili e nuove pratiche nei vigneti europei a tutti
i livelli:dalle pratiche vinicole ai relativi costi, dagli stili del vino sino all’educazione dei consumatori” è stato  il tema di questa nona edizione del Villa d’Este Wine Symposium, appuntamento irrinunciabile per la filiera vitivinicola organizzata in collborazione con François Mauss, co-fondatore dell’evento che si è appena concluso nella splendida cornice di Villa d’Este a Cernobbio (CO).
Esperti, critici, collezionisti provenienti da 25 diversi Paesi e rappresentanti delle istituzioni nazionali ed europee si sono riuniti  nel celebre Hotel  sulle rive del Lago di Como per affrontare temi di attualità nel mondo del vino.
Molti gli ingredienti di questa edizione:
5 seminari con traduzioni simultanee: in italiano, inglese, francese e tedesco. Tra i relatori il Marchese Piero Antinori, Angelo Gaja, Aubert de Villaine solo per citarne alcuni.
2 workshop esclusivi:
nel primo il Direttore di Nyetimber ha presentato con una degustazione questo produttore pioniere dei grandi vini frizzanti della Gran Bretagna;
il secondo workshop è stato un’illustrazione di due diverse tipologie di Riesling provenienti da due importanti regioni della Germania, Palatinat e Nahe con Von Winning e Helmut Dönnhof.
3 degustazioni verticali di grande prestigio con posti limitati a 50 persone:
Valbuena di Vega Sicilia,
Tempranillo puro, presieduta da uno dei Direttori della cantina.
-Riesling di Weingut Egon Müller, moderata da Egon Müller in persona.
-Due Grand Crus di Domaine Armand Rousseau,condotta da Eric Rousseau.
Momenti culinari:
un’esclusiva lezione di cucina con l’Executive Chef Michele Zambanini; pranzi e cene preparati dalle mani sapienti dello Chef e della brigata di Villa d’Este. Durante i pranzi e le cene gli ospiti hanno avuto  modo di degustare vini portati dai produttori partecipanti.
Performance musicali:
Maurizio Baglini al pianoforte, Silvia Chiesa al violoncello e Nicolas Dautricourt al violino hanno intrattenuto  gli ospiti con sinfonie di musica classica.
Tra le più importanti partecipazioni all’evento nomi come Vega Sicilia, Château Ausone,Château Montrose, Domaine de la Romanée-Conti,
Maison Jadot, Maison Albert Bichot, Domaine Rousseau, Antinori, Poggio di Sotto, Grattamacco, ColleMassari, Sandrone, Bruno Rocca,
Egon Müller,Weingut Van Volxem, Roberto Voerzio, Weingut Loosen, Weingut Dönnhoff, Weingut Martin Wassmer e molti altri.

Una riunione annuale memorabile insomma e che ha, come sempre ,consentito ai principali attori del vino a livello mondiale di soddisfare le esigenze proprie e di chi ne  ha saputo apprezzare le doti.
Arrivederci alla prossima e decima edizione!

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito :www.vdews.com

a cura della redazione