Dal vigore dei vigneti friulani e dall’amore per la tradizione nasce: Il VERMUT

vermut

Continua il percorso delle Cantine Gori che, attraverso i vini e le ricette che interpretano al meglio le materie prime locali, porta alla scoperta di un territorio, l’estremo lembo dei Colli orientali del Friuli, fra storia, cultura, tradizioni, eccellenze.
Un progetto che si identifica con “un’esperienza di cuore” e cresce all’insegna della sostenibilità e dell’amore per le proprie radici a cui viene dato risalto attraverso la selezione delle migliori qualità di vino accompagnate da creatività, ingegno, innovazione senza dimenticare un pizzico di originalità.
Nasce così Il Vermut in tre differenti varietà grazie alla ricchezza e alla qualità dei vitigni autoctoni di cui sono stati esaltati sapori e armonia: Bianco, Cannabis e Rosso.
Dai migliori vigneti friulani una vera e propria esplosione di gusto e fragranza che deriva da uve preziose e armoniose e soprattutto uniche, che hanno dato vita non al solito vermouth, ma al Vermut, il migliore, imperdibile per arricchire cocktail e creare aperitivi indimenticabili, un vero e proprio classico irrinunciabile per tutti gli appassionati di mixology, che fa tendenza dal 1786 (quando venne inventato a Torino da Antonio Benedetto Carpano)!
E così ecco come un grande classico ancora oggi, tra profumi di erbe, frutta e spezie, si riconferma prodotto di tendenza e che fa tendenza.

La tradizione: Il Vermut Bianco
E’ il risultato dell’incontro tra Ribolla Gialla e Friulano, impreziosito da spezie e erbe aromatiche.
E’ un vermut unico e classico allo stesso tempo.
Dal colore giallo carico e il gusto pieno e moderatamente amaro.
E’ caratterizzato da note speziate e agrumate grazie alla miscela di 25 erbe aromatizzate (tra cui artemisia, genziana, cannella, angelica seme, cardamomo, angelica radice, arancio amaro, camomilla , rabarbaro).
Gradazione alcolica 18% vol.
Per la miglior degustazione va servito a 7°C, puro, con ghiaccio e scorzetta di lime, abbinato a pata negra. Ottimo in miscelazione.
La sfida: Il Vermut Cannabis
La rivoluzione di una ricetta unica e al contempo semplice, un mix di sapori molto diversi ma che si armonizzano in modo complementare.
Dal colore giallo carico con sfumature verdastre e il sapore piacevolmente amaro conferito dalla selezione di 25 erbe (tra cui artemisia, estratto di semi di cannabis sativa, zenzero, limone, imperatoria, curcuma, china, cannella, angelica radice, arancio dolce).
Gradazione alcolica 18% vol.
Per la miglior degustazione va servito a 7°C, puro, con ghiaccio e scorzetta di limone abbinato a formaggi. Ottimo in miscelazione
Il DOCG: Il Vermut Rosso
Un incontro particolare quello tra il vino Ramandolo DOCG di uva bianca appassita delle terre di Ramandolo, con il suo gusto pregevole e amabile tipico delle antiche vigne della collina friulana, e spezie e aromi particolari.
Caratterizzato da un colore ambrato carico e da un sentore mielato con parvenze di frutta secca e legno e un sapore moderatamente amaro dato dalla miscela di 25 erbe aromatiche (tra cui assenzio gentile, china, cannella, genziana, rabarbaro, arancio amaro, arancio dolce, santoreggia, salvia sclarea e origano).
Gradazione alcolica 18% vol.
Per la miglior degustazione va servito a 7°C, puro, con ghiaccio e scorzetta di limone e fetta di arancia, abbinato alla Gubana (torta tipica del territorio). Ottimo in miscelazione.

I vini Gori sono il risultato di tanto impegno unito a una straordinaria competenza riconosciuta da guide autorevoli come quella del Gambero Rosso, che parla di “un livello qualitativo consolidato dall’intera gamma, sia bianchi che rossi”.
La cantina è uno straordinario esempio di architettura integrata nel paesaggio, simbolo dell’amore della famiglia Gori per la propria terra. Sviluppata su tre livelli, è stata ideata nel rispetto della tradizione e, pur essendo dotata di tutte le moderne attrezzature per limitare al massimo l’ausilio di prodotti chimici consentiti, la sua costruzione è ispirata ai vecchi principi per una corretta vinificazione ed affinamento dei vini.
L’area di degustazione accoglie gli ospiti con il suo design contemporaneo e la grande vetrata che si affaccia sui vigneti. Un luogo dove vivere un vero e proprio viaggio sensoriale.

a cura della redazione