Il 30 settembre la prima edizione della giornata-simbolo della ristorazione di qualità. La Puglia è Servita lancia “Cucine Aperte”


cucine aperte




Le strutture socie - in tutta la Puglia – aprono al pubblico le loro cucine, con degustazioni, laboratori e incontri d’autore

Parte dalla Puglia il nuovo format ideato da La Puglia è Servita per celebrare la ricca varietà delle tradizioni gastronomiche della nostra regione, ormai riconosciuta come una delle mete turistiche più ambite al mondo. Una giornata all’insegna dell’enogastronomia di qualità, la cura, la professionalità, l’etica in cucina: sarà tutto questo e molto altro ancora la prima edizione di Cucine Aperte, che si terrà il 30 settembre in tutta Puglia nelle strutture dell’ospitalità e della ristorazione socie al Consorzio.
Un evento con cui i soci del consorzio La Puglia è Servita si “mettono a nudo”, aprendo le porte delle proprie cucine e svelando tutti i propri segreti, per consentire agli utenti di entrare in contatto diretto con gli altissimi standard qualitativi delle strutture consorziate. I partecipanti assisteranno in prima persona a ciò che avviene “dietro le quinte” di un ristorante: potranno infatti visitare le cucine, approfondire la conoscenza delle materie prime impiegate, partecipare a laboratori, e naturalmente degustare le preparazioni a cura dei ristoratori soci, che annoverano alcuni tra i migliori chef della nostra regione.

Le preparazioni degli chef verranno presentate in abbinamento alle degustazioni  a cura del Movimento Turismo del Vino Puglia e di Buonaterra – Movimento Turismo dell’Olio, con vini, extravergine e prodotti tipici raccontati direttamente dai produttori e dagli artigiani del gusto del territorio. In più, ogni struttura ospiterà microeventi tematici, mostre, concerti, incontri d’autore con giornalisti e scrittori, per raccontare la cultura del cibo in tutte le sue sfaccettature.

La Puglia è Servita è un consorzio di professionisti pugliesi dell’ospitalità che nasce sulle orme della storica guida della casa editrice Tirsomedia. Ne fanno parte 44 strutture tra ristoratori, imprenditori del turismo, artigiani del gusto, aziende agricole, masserie e operatori dell’ospitalità legati alla terra e alle sue materie prime, che si ispirano ai principi di etica ed etnicità lungo tutta la filiera. Presidente del Consorzio è Giuseppe Schino, patron del ristorante Per Bacco di Bari.

L’elenco delle strutture aderenti e il programma completo della manifestazione (in costante aggiornamento) saranno disponibili sul sito www.lapugliaeservita.it.

a cura della redazione