Il biologico protagonista a Expo con il Parco della Biodiversità

biobio 2

Il cuore dell’area tematica di EXPO – progettata e realizzata da BolognaFiere grazie all’accordo con EXPO 2015 – è dedicata all’agricoltura sostenibile e al cibo attento al benessere

L’agricoltura biologica all’EXPO c’è. Il Parco della Biodiversità – progettato e realizzato da BolognaFiere grazie all’esperienza di oltre 27 anni con SANA, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale – è l’area tematica dedicata all’agricoltura che tutela l’ambiente, che garantisce fertilità alla terra e offre cibo attento al benessere dell’uomo;    all’agricoltura biologica, che per sua natura conserva e valorizza la biodiversità.

Nell’area di 8.500 mq – situata accanto all’ingresso Est -  le ricchezze e le varietà agricole che caratterizzano i paesaggi italiani, le storie di eccellenza dell’agricoltura bio e i volti degli agricoltori che hanno scelto la via del bio, i prodotti che sono la pura espressione dei territori italiani sono i protagonisti. Il Parco della Biodiversità è frutto della collaborazione tra BolognaFiere e FederBio (Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica), Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Confederazione Italiana Agricoltori e del supporto del Ministero delle Politiche Agricole e del Ministero dell’Ambiente; rappresenta il luogo nel quale si forniscono risposte concrete al tema “Feeding the Planet, Energy for Life”.

“Nel Parco della Biodiversità il bio è protagonista, per offrire al visitatore l’opportunità di conoscere l’agricoltura del futuro, quell’agricoltura che per le sue peculiarità può nutrire il Pianeta, nella sua complessità – sottolinea Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere -
Parlare  di alimentazione e di futuro del Pianeta, delle sfide globali per assicurare nutrimento e sviluppo sostenibile significa fare un chiaro riferimento alla biodiversità agraria, alla sua evoluzione e alla sua salvaguardia anche grazie a un metodo agricolo, quello biologico, che per sua vocazione svolge un compito molto importante nella conservazione e nella implementazione della biodiversità e delle caratteristiche ambientali, nella tutela del territorio e del lavoro anche dei piccoli agricoltori”.

Per un’esperienza bio completa all’interno del Parco della Biodiversità – che inizia con il tour tra le eccellenze dell’agrobiodiversità italiana nello spazio verde esterno, passa per la mostra della biodiversità che traccia la storia dell’agricoltura – all’interno del Padiglione del Biologico e del Naturale saranno presenti il biostore,  realizzato in collaborazione con NaturaSì, e il bioristorante, realizzato con Alce Nero, con prodotti esclusivamente biologici certificati.

a cura della redazione