il cuore del design nel centro di Milano. Presentata oggi l’Associazione Milano Durini Design nata per dare vita ad un’operazione sinergica volta ad indirizzare e massimizzare lo sviluppo di questa importante area cittadina di cui Via Durini, in termini di rappresentatività, ne è la dorsale

Milano

B&B Italia, Cassina, Interni, Luxury Living, Meritalia, Porro, Scic e Technogym hanno presentato oggi durante una confernza stampa tenutasi presso la sede di Banca Profilo in Via Cerva 28 a Milano l’Associazione
MILANO DURINI DESIGN.

Alla conferenza hanno partecipato  Massimo Salamone, Presidente  di Milano Durini Design ,Mario Bellini, Architetto,  Enrico Morteo, Storico del design,  Fabio Candeli, Amministratore Delegato Banca Profilo e Cristina Tajani, Assessore per la Cultura, Moda e Design.
Via Durini per la città di Milano è da sempre icona del design di eccellenza grazie alla presenza degli showroom/store di alcuni tra i brand più prestigiosi che hanno reso famoso a livello internazionale il saper fare italiano, identificando la stessa via e l’area circostante quale punto di riferimento per chi vuole vivere un’esperienza all’insegna dell’esclusività.
L’Associazione Milano Durini Design nasce dall’intento comune di queste aziende, ambasciatrici del Made in Italy nel mondo, di dare vita ad un’operazione sinergica per indirizzare e massimizzare in maniera organica e coesa lo sviluppo di questa importante area cittadina di cui Via Durini, in termini di rappresentatività, ne è la dorsale.
La valorizzazione e riqualificazione urbana di Via Durini e della zona circostante richiederà nuove forme di partnership pubblico-privato, di cui Milano Durini Design si fa portatrice, finalizzate ad una pianificazione strategica delle politiche territoriali mediante il coinvolgimento di tutti i portatori d’interesse che hanno aderito all’iniziativa e quelli
che vorranno aderirvi: preminenti brand di design, istituzioni, cittadinanza e municipalità, mondo universitario e culturale, designer, architetti.
L’iniziativa è stata promossa e coordinata dallo studio di architettura Studio AMS , rappresentata in sala dall’Architetto Salamone che ne ha raccontato origini  e  sviluppo ed è sostenuta dai soci fondatori: B&B Italia, Cassina, Interni, Luxury Living, Meritalia, Porro e Technogym.
A Milano Durini Design ha aderito anche Banca Profilo (Private & Investment Banking) di cui ha fatto gli onori di casa  l’A.D. Fabio Candeli che ha dichiarato che “non è soltanto la coincidenza logistica ad essere qui oggi ma perchè la banca  ne ha condiviso da subito obiettivi e finalità quali l’approccio al lavoro finalizzato alla ricerca dell’eccellenza”.
Milano Durini Design è anche un progetto di branding territoriale volto alla promozione dei
tratti distintivi e dei valori che caratterizzano l’area e chi vi opera: design, storia, arte, cultura, insieme a eccellenza, innovazione, imprenditorialità e know how progettuale che qui trovano piena espressione. “Valori ed obiettivi pienamente condivisi e supportati anche dallla nostra amministrazione che crede nelle vocazioni dei territori e dei singoli quartieri” ha dichiarato Cristina Tajani assessore al lavoro, sviluppo economico e commercio della nuova  giunta Sala.

“Sulle quinte sceniche di palazzi d’epoca, Via Durini è, infatti, un archivio storico dove ripercorrere, attraverso le vetrine che vi si affacciano, l’evoluzione del design industriale con i pezzi iconici che ne scandiscono le tappe salienti per giungere ai giorni nostri. Alcuni tra gli showroom tutt’oggi esistenti sono presenti nella via da quasi cinquant’anni, spazi non
solo deputati alla vendita, ma Luoghi che riflettono filiere produttive di alta qualità, collaborazioni con i designer più importanti e vicende stilistiche del design italiano.
Le azioni che saranno intraprese dall’Associazione verteranno alla valorizzazione territoriale, commerciale e immobiliare dell’area attraverso la creazione di un forte network che condivida emetta a sistema competenze e opportunità per potenziare il ruolo di protagonista della Via e della zona circostante nell’ambito del design attraverso un fitto programma di eventi ed iniziative collegiali, nonché il suo posizionamento come destinazione in città per una clientela nazionale e internazionale di alto profilo” come ha fatto notare Enrico Morteo.

A Milano, città della moda e del design, esistono, infatti, due dorsali che rappresentano l’italian style: Via Montenapoleone per la moda e Via Durini per il design. Accomunate dai valori di eccellenza ed esclusività, con la nascita di Milano Durini Design nasce la possibilità di intensifi care un dialogo tra le due aree ed operare in modo sinergico per
potenziare l’offerta di servizi ad hoc studiati per un pubblico sempre più esigente.
Il palinsesto di progetti speciali che Milano Durini Design presenterà nel corso dell’anno farà sì che il riflettore acceso sul design sia costante con il coinvolgimento della città e la sperimentazione di nuove modalità di fruizione,
Parallelamente al programma di eventi, Milano Durini Design avvierà le attività di riqualifi cazione dell’area attraverso azioni mirate al suo potenziamento urbano ed estetico che portino, nel tempo, ad una semipedonalizzazione, all’implementazione delle aree verdi e dell’illuminazione, oltre che sensibilizzare l’amministrazione comunale nel rendere la zona
più elegante e rappresentativa, il tutto per una propulsione della sua brand identity.

a cura della redazione