Il Prosciutto Toscano DOP a Cortona per “colazione al Museo”

prosciutto

Il Prosciutto Toscano DOP partecipa alla 11° edizione di “colazione al Museo” che si terrà martedì 1° gennaio, dalle 10:30 alle 12:30 presso il MAEC, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona.
L’appuntamento prevede una colazione d’eccezione a base di Prosciutto Toscano DOP ed altri prodotti tipici del territorio. Lo Chef Shady, realizzerà per l’occasione il panino chiamato "Panino 3P" con Prosciutto Toscano DOP, Pecorino Toscano DOP a scaglie e Pomodoro.
A seguire è prevista visita al museo con presentazione in anteprima del “Tripode con Sfingi” proveniente dal Museo Archeologico di Napoli e l’esclusiva collezione di opere in argento Giovanni Raspini.

Nel 1990, dalla ferma volontà di un gruppo di produttori toscani, consapevoli della necessità di proteggere il Prosciutto Toscano dalla proliferazione incontrollata di altri prosciutti che hanno poco in comune con la tradizione toscana, nasce il Consorzio del Prosciutto Toscano con lo scopo di promuovere, valorizzare e tutelare il prodotto sul mercato nazionale ed estero, mantenendo però lo stretto legame con il territorio nel quale si inserisce: la Toscana. Nel 1996 il Prosciutto Toscano ottiene l’ambito riconoscimento comunitario della DOP – “Denominazione di Origine Protetta” grazie all’impegno e al rispetto
per la tradizione alimentare toscana di tutti i Consorziati, che hanno deciso di aderire con orgoglio alle precise regole stabilite dal Disciplinare di Produzione. Il sapore che ne deriva è molto caratteristico: un gusto delicato che, arricchito sapientemente da quegli aromi inconfondibili della “toscanità”, hanno reso famoso il Prosciutto Toscano. Solo se vengono rispettate le rigide prescrizioni produttive, i prosciutti possono ottenere, dopo una lunga stagionatura, il marchio a fuoco del Consorzio raffigurante la Regione Toscana che contraddistingue il Prosciutto Toscano DOP e ne garantisce la qualità.

a cura della redazione