Il Sultanato dell’Oman rende omaggio a Sua Maestà Sultan Qaboos bin Said bin Taimour Al Said con un ultimo saluto. Gli succede Sua Maestà Sultan Haitham bin Tariq bin Taimour Al Said, che segue la sua leadership al servizio del Paese e del suo popolo

Sultansultan 2

Il Sultanato dell’Oman ha reso l’ultimo saluto a Sua Maestà il Sultano Qaboos bin Said bin Taimour Al Said, che è morto venerdi sera. Il suo corpo è stato sepolto ieri nella capitale, dopo un regno glorioso durato cinquant’anni, dal 1970 al 2020, che ha visto l’Oman sperimentare un moderno rinascimento e un fiorente sviluppo in tutti i settori. Grazie alla sua saggezza e alla sua leadership, il Sultanato dell’Oman ha raggiunto una posizione di rilievo a livello mondiale e instaurato relazioni amichevoli basate sul rispetto reciproco con tutti i Paesi del mondo.

Ieri, presso la sede del Majlis omanita, Sua Maestà Sultan Haitham bin Tariq bin Taimour Al Said, si è ufficialmente insediato in qualità di nuovo Sultano dell’Oman. Ha prestato giuramento al Paese e pronunciato il suo primo discorso durante il quale ha espresso sincere condoglianze al suo popolo dichiarando: “Sua Maestà Sultan Qaboos bin Said bin Taimour ha costruito una nazione moderna e apportato migliorie al sistema legislativo, a tutela del progresso del Paese sia  a livello infrastrutturale che dal punto di vista economico e sociale, favorendo un sistema basato sulla giustizia e perseguendo l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile, attraverso l’aumento della produzione e la diversificazione delle fonti di reddito”. Nel suo primo discorso da Sultano, Sua Maestà Sultan Haitham bin Tariq bin Taimour Al Said ha sottolineato la sua intenzione di seguire il percorso del suo predecessore e salvaguardare i suoi successi e risultati.

A proposito delle relazioni internazionali del Sultanato dell’Oman, Sua Maestà ha dichiarato: “A livello estero seguiremo le orme del defunto Sultano, ponendo l’accento sulle basi che ha gettato per una politica estera basata sulla pacifica coesistenza tra  nazioni e popoli, sulle buone relazioni di vicinato, sulla non ingerenza  negli affari interni degli altri paesi e sul rispetto della sovranità degli Stati,  sulla cooperazione internazionale in diversi settori, contribuendo alla risoluzione pacifica delle controversie”. Sua Maestà ha sottolineato che il Paese continuerà a costruire i suoi rapporti basandosi sull’impegno alla cooperazione, sul rispetto di alleanze, leggi, accordi e a perseguire  il proprio ruolo attivo in tutte le organizzazioni, nella ricerca della pace e della sicurezza per lo sviluppo della prosperità economica in tutti i paesi del mondo, seguendo la grande eredità lasciata dal suo predecessore.

Sua Maestà si anche è rivolto al suo popolo, ponendo l’accento sul suo ruolo cruciale nel raggiungimento di un benessere per il Sultanato, attraverso la comprensione degli insegnamenti  di Sua Maestà Sultano Qaboos bin Said bin Taimour e il rispetto delle solide basi sulle quali ha costruito la struttura dello stato moderno, con risultati che hanno contribuito a stabilire la pace e la sicurezza e a garantire stabilità. Ha inoltre dichiarato che tutto ciò è stato possibile grazie agli sforzi congiunti dei cittadini, della leadership e di tutte le istituzioni statali.

Concludendo il suo primo discorso nel ruolo di capo supremo, Sua Maestà Sultan Haitham bin Tariq bin Taimour Al Said ha esortato il popolo dell’Oman a collaborare allo sviluppo del Paese, innalzandone il valore e migliorandone la vita stessa, al fine di proseguire nella crescita e nel progresso che hanno caratterizzato gli ultimi decenni.

Il Governo ha annunciato la sospensione delle attività pubbliche e private sino a martedì 14 gennaio 2020. Saranno chiuse in segno di lutto le banche, le scuole, il Convention Centre, tutti gli uffici degli operatori turistici ricettivi, i centri commerciali, i cinema, i ristoranti, la Grande Moschea Sultan Qaboos, la Royal Opera House, il Museo Nazionale, tutti i souq e i mercati locali. Saranno sospese le escursioni in mare, mentre gli hotel saranno operativi con servizi limitati.

Mercoledì 15 gennaio vedrà la ripresa delle attività a pieno regime in tutto il Paese.

Per aggiornamenti relativi ai voli si prega di fare riferimento al sito omanairports.co.om/en

Share Oman:
#oman
#beautyhasanaddress
#experienceoman

Ufficio del Turismo Sultanato dell’Oman

Il Sultanato dell’Oman è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica, ha un’estensione maggiore dell’Italia con i suoi 309.500 km² e conta circa 2.400.000 abitanti. Punto di incontro tra l’Asia e l’Africa, l’Oman è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia. Caratterizzato da 3 climi diversi, temperato, desertico e tropicale, l’Oman si raggiunge in meno di 8 ore di volo dall’Italia ed è a sole +3 ore di fuso (+2 quando in Italia vige l’ora legale). Il Sultanato ospita diversi siti annoverati fra i patrimoni UNESCO e interessanti percorsi culturali come la via dell’incenso, nella regione del Dhofar. La capitale Mascate, i wadi e le montagne, il deserto e i piccoli villaggi sono i guardiani di antiche tradizioni e dell’affascinante natura del Sultanato. Quasi fosse sospeso nel tempo, l’Oman si apre al moderno con un occhio di riguardo per le proprie tradizioni: sport estremi e animati souq, lussuosi resort con moderne SPA convivono con antiche fortezze e tradizioni dei popoli del deserto.

a cura della redazione