La Festa della Vendemmia Bottega ha avuto il suo clou in un concerto di musica lirica

infan 3infan 4

 

Il 14 settembre 2018 si è tenuta la Festa della Vendemmia Bottega, che ha avuto il suo clou in un concerto musicale di grande suggestione. Sul palco con la suggestiva quinta costituita dalla distilleria e dagli alambicchi in rame si sono esibiti la cantante mezzosoprano Lieta Naccari, il baritono Stavros Mantis e la pianista Giulia Vazzoler. Il concerto ha spaziato dalla lirica con alcuni noti brani d’opera, tra cui il Don Giovanni, la Carmen, la Traviata, alla canzone napoletana, tra cui O Sole mio, al fox trot anni ’40.
Nel tardo pomeriggio i figuranti della Compagnia de Calza di Venezia, vestiti con gli storici
costumi veneziani del ‘700, hanno dato inizio a una “gara di vendemmia” tra tutti i presenti. I partecipanti, suddivisi in diverse squadre, si sono sfidati nel raccogliere la maggior quantità possibile di grappoli in un lasso di tempo di 10 minuti. Al termine le ceste d’uva sono state progressivamente svuotate e pesate, per decretare la squadra vincitrice dell’inedito torneo.
Questa affascinante e goliardica vendemmia si è conclusa con la pigiatura nei tradizionali tini di legno. In questo caso le protagoniste sono state alcune ragazze, anch’esse abbigliate con
costumi a tema, che hanno pigiato a piedi nudi le uve raccolte.
Questa tradizione, particolarmente diffusa nelle campagne venete fino al secondo dopoguerra, si traduceva in una festa contadina nel corso della quale nascevano amicizie, amori, passioni.
L’assaggio del primo mosto derivante dalla spremitura era riservato al mezzadro che, nel corso dell’intera annata agricola, si occupava della coltivazione dei campi e gestiva l’andamento della casa colonica.
Lieta Naccari, Stavros Mantis e Giulia Vazzoler
Lieta Naccari è una cantante lirica (mezzosoprano), ma è anche interprete di brani che spaziano dal repertorio contemporaneo al jazz, swing, pop e musical. Nata a Venezia, si è diplomata brillantemente al Conservatorio Benedetto Marcello nel 2012. Debutta al Teatro Malibran nel 2011 ne “I due timidi” di Nino Rota. Viene selezionata dall’Accademia di Santa Cecilia di Roma da Renata Scotto, per partecipare alla sua masterclass di alto perfezionamento musicale.
Nel 2014 è stata invitata dal Gran Teatro La Fenice per cantare con uno dei più grandi cantautori del mondo, Rufus Wainwright, conquistando un grande successo e l’attenzione della stampa. Si è esibita a Palazzo Morosini Sagredo per lo scultore Lorenzo Quinn, figlio del famoso attore Anthony. Ha debuttato al Teatro San Mauro nel ruolo di Zerlina nel “Don Giovanni” di Mozart nel 2015 e, nel 2016, è tornata al Teatro Malibran per “Agenzia Matrimoniale” di Hazon.
Stavros Mantis è un baritono nato e cresciuto a Cipro. Attualmente vive in Veneto ed è
specializzato nei ruoli principali dell’opera buffa. Tra i suoi cavalli di battaglia il ruolo di Don
Giovanni di Mozart. Recentemente è stato interprete della Cavalleria Rusticana.
Giulia Vazzoler è una giovane pianista italiana. Nel 2010 si è diplomata in Pianoforte
Performance presso il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza e nel frattempo ha ottenuto
numerosi riconoscimenti in concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Dal 2014 ha ottenuto un contratto di due anni come accompagnatore pianistico al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. Nel 2015 ha vinto l’audizione per la Biennale di Venezia per il progetto del Biennale College e ha interpretato Sinopoli “Souvenir à la mémoire” sotto la direzione di Michele Carulli.
Attualmente vive a Dubai e lavora come pianista presso il Rixos Premium Dubai.

a cura della redazione