Lana Gatto Collezione P/E 2021: viaggio nelle località ’ dell’Italian Way of Life

gatto

 

Filati naturali e una palette colori ispirata alle tonalità dell’arcobaleno per la collezione della prossima stagione calda che si ispira allo stile unico e distintivo di alcune ”perle” italiane, famose nel mondo per la loro esclusività. Un itinerario nell’Italian Style che elegge cotone, lino e viscosa a compagni di viaggio.

E’ una dichiarazione d’amore alle bellezze d’Italia la collezione Lana Gatto per la primavera/estate 2021, che celebra alcune delle capitali marine dello stile italiano dedicando loro sette nuovi filati d’eccellenza. Da “Sanremo” a “Sorrento”, da “Positano” a “Capri”, passando per “Taormina” e “Portofino” sino ad approdare a “Porto Cervo”, Lana Gatto invita ad un simbolico viaggio mettendo in valigia capi ed accessori in cotone, viscosa e lino, in purezza o in mischia con seta e canapa.

Per il brand che fa capo a Tollegno 1900, la prossima estate si veste dunque di fibre naturali, accese da colori vitali e vivaci che guardano all’arcobaleno come ispirazione.

Nel nome della morbidezza al tatto e sulla pelle, della luminosità e della ricercatezza, la capsule collection per la stagione calda fa di “Italian Sea Chic” la sua chiave di lettura e mette la lente sulla corrispondenza tra materie prime di massima qualità e località che hanno reso famosa l’Italia nel mondo per la loro unicità. Un itinerario da Nord a Sud che evoca l’Italian way of life, fatto di inestinguibile creatività e riconoscibile gusto estetico.

Proprio all’Italia e ad alcuni dei suoi “gioielli” sparsi lungo lo Stivale, Lana Gatto dedica la collezione p/e 2021 in cui 7 nuovi filati affiancano classici senza tempo come “Silky” (100% seta), “Fresh” (100% lino) e “Sugar” (100% Carta zucchero) nel segno del trionfo del colore.

7 NUOVE PROPOSTE PER 7 LUOGHI DEL CUORE

Muse dell’estate 2021 targata Lana Gatto sono “Sanremo”, “Sorrento”, “Positano”, “Capri”, “Taormina”, “Portofino” e “Porto Cervo”: i loro colori e il modo di vivere che si respira passeggiando tra le loro vie e piazzette rivivono in sette nuove proposte, protagoniste di una collezione che celebra l’Italian style.

Passeggiando lungo la Riviera dei fiori:  welcome in Sanremo

Fettuccia di viscosa (88%) spalmata con una sottile lamina argentata o dorata, “Sanremo” fa del piacevole gioco lucido/opaco dall’effetto cangiante e della mano morbida i suoi tratti distintivi.  L’osanna alla “città dei fiori”, per la sua esclusività, si presta alla realizzazione sia di accessori per vivacizzare anche gli outfit più sobri, sia di capi spalla leggeri ma d’impatto.

Ricordando il “Gran Tour”: Sorrento

Terra dei colori e delle sirene, città dei giardini: tante le definizioni attribuite a “Sorrento”, patria di Torquato Tasso e crogiolo di mille culture che qui si sono fermate e rincorse. Le contaminazioni che ne sono scaturite sembrano rivivere nell’omonimo filato in cui il cotone (70%) sposa la lamina argentea ritorta nel suo interno.  Un prodotto che, nelle lavorazioni all’uncinetto o a punto rete, trova la sua migliore espressione.

“Wedding cake”: Positano

Chiamata “la città verticale” o “wedding cake” per la sua speciale conformazione arroccata, “Positano” rimane nel cuore per il profumo di ginestre e per i suoi colori pastello brillanti che vivono nei caftani appesi nei negozietti del borgo. Il filo dedicatole da Lana Gatto è un sodalizio multicolor di cotone (72%) e viscosa opaca (28%) le cui tonalità sfumano l’una nell’altra generando un caleidoscopico effetto iridato.

Non solo mare: Taormina e Portofino

Storia e cultura, sapori e profumi, mare e montagna: il gioco degli opposti convive a “Taormina” che, grazie anche alla sua incantevole posizione sul mare, ha saputo ritagliarsi un posto nel cuore del viaggiatore alla ricerca di esperienze cariche di pathos. Ai suoi panorami perdifiato e paesaggi suggestivi è dedicata una catenella dal forte connotato “natural” (70% cotone e 30% canapa) che fa di leggerezza, freschezza e morbidezza i suoi plus. Plus che, insieme alla gamma di stampe a disposizione, condivide con “Portofino” (70% cotone, 20% viscosa lucida e 10% lino). Il risultato è una proposta mix&match che, consentendo ai due prodotti di fondersi, permette di giocare con la creatività nel realizzare accessori e capi singolari.

Appuntamento in Piazzetta: Capri

Dici “Capri” e subito pensi alla sua Piazzetta, al bianco delle sue abitazioni reso ancora più potente dal rifrangersi della luce, ai suoi panorami vista-faraglioni carichi di suggestione. L’isola nel Golfo di Napoli famosa per il territorio scosceso, gli hotel esclusivi e lo shopping che spazia dall’alta moda al limoncello fino ai sandali di cuoio artigianali ispira l’omonimo filato in cui il cotone (80%) cede il passo ad un rivestimento esterno di poliammide (20%). Ne risulta un prodotto che, proprio per le sue caratteristiche intrinseche, si presta a lavorazioni all’uncinetto “stilose” (dalle borse ai costumi).

a cura della redazione

Un gioiello di nome e di fatto: Porto Cervo

80% viscosa lucida e 20% fibra metallizzata per un filato luxury già al primo colpo d’occhio grazie alla lucentezza generata dalla sua composizione. “Porto Cervo”, facendo del gioiello della Costa Smeralda il proprio simbolo, non poteva che evocare il lusso della celebre località Sarda, capitale dello shopping expensive e dello sfarzo.

a cura della redazione