L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese torna a Milano per un evento dedicato al riso thai

Thaiconsoledirettricerise

 

Due appuntamenti in una giornata, quella di ieri 10 settembre, che hanno visto la partecipazione di stampa e operatori del settore .L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese  è tornato  a Milano con un evento dedicato al riso realizzato insieme al Thai Trade Center della Reale Ambasciata di Thailandia.
il Farm 65 – Culinary Hub, luogo dove si coltivano idee, talento e passione per la cucina fatta come si deve , ha cosi  avuto , ancora una volta, modo di ospitare un elenco selezionato di operatori turistici e rappresentanti della stampa di settore per celebrare il prodotto simbolo della cultura thailandese con il doppio appuntamento “Test Rice, Taste of Thailand”. Due infatti sono stati  gli incontri previsti, rispettivamente alle 11.30 e alle 18.30, che hanno delineato  un piccolo viaggio nel mondo magico della cucina thailandese e del suo “esponente” più conosciuto al mondo. Oltre alla partecipazione dell’Ambasciatore thailandese in Italia, S.E. Chirdchu Raktabutr, erano  presenti la Direttrice del Thai Trade Center, la Signora Kornkamol Anekamai, il Direttore dell’Ufficio Affari Agricoli dell’Ambasciata di Thailandia, Thanawat Tiensin, e la Direttrice dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese in Italia, Signora Malinee Nitikasetsunthorn.
Il programma delle due sessioni di incontro ruotava intorno alla sperimentazione diretta del
prodotto, alla sua fruizione, alla narrazione della sua storia attraverso le parole degli importatori, a dimostrazioni e degustazioni culminati  in una cooking class esclusiva dove i partecipanti hanno potuto assaggiare i piatti cucinati cosi da  connettere idealmente, la cultura del cibo thailandese con quella italiana. Nel corso dei due appuntamenti si sono svolte anche piccole attività di contaminazione come, ad esempio, la degustazione di gelato grazie alla partecipazione dell’Associazione Italiana Gelatieri.
La produzione di riso in Thailandia rappresenta una parte significativa dell’economia
thailandese  con riflessi importanti anche sul mercato del lavoro. La quantità di riso prodotta nel Regno è di un quinto più grande rispetto alla superficie investita a coltivazione  in tutto il mondo e il Paese è il secondo esportatore mondiale di questo prodotto.
Il riso thai, chiamato anche riso Jasmine, è un tipo di riso dal caratteristico aroma che ricorda il fiore del gelsomino e riveste un ruolo importante nell’alimentazione dei thailandesi. Basti pensare che il verbo mangiare si esprime in lingua thai con l’espressione  kin khao , che letteralmente vuol dire proprio mangiare riso, a testimonianza dell’importanza di questo cereale base  che  sostiene la vita dei Thailandesi.  La  Thailandia ospita decine di migliaia di varietà di riso con forme, colori e sapori diversi. Tale biodiversità è il risultato del posizionamento del paese: una penisola tropicale vicino all’equatore con terreni fertli e rigore nella ricerca e sviluppo di tale alimento. Ogni ceppo è ricco di nutrienti benefici, in particolare di minerali e vitamine essenziali. A causa della varietà del riso questa nazione è in grado di soddisfare preferenze diverse dei consumatori e comportamenti di consumo in tutto il mondo. Il riso Thailandese è diviso in genere nelle seguenti categorie:  Riso Thai Hom Mali, la varietà più famosa della Thailandia nonchè il riso profumato migliore al mondo dall’appetitoso aroma naturale e dalla consistenza soffice dopo la cottura dei suoi lunghi chicchi bianchi, Il Riso Bianco Thailandese che contiene 20 vitamine minerali e altri nutrienti essenziali, Il Riso Parboiled che viene cotto a vapore prima di essere lucidato, facilmente digeribile e contenente grandi concentrazioni di Vitamine B e E. il Riso Glutinoso o colloso dal chicco lungo e dall’aroma appetitoso e il Riso Integrale cosi chiamato perchè nella lavorazione viene rimosso solo il guscio mentre la parte fibrosa ,chiamata crusca, viene lasciata intatta conferendogli un aspetto giallastro o marrone chiaro.  Il  riso asiatico  ha le sue origini in una regione che si estende dall’India orientale fino alla Cina meridionale. Già 15.000 anni fa questo alimento costituiva una fonte di cibo fondamentale per le popolazioni di alcune regioni della Thailandia, del Vietnam, della Cina, della Corea e di varie isole del sud-est asiatico.
Il riso Thai deriva spesso da colture biologiche e si raccoglie a fine novembre, periodo in cui, al contrario, la maggior parte delle altre specie viene seminata.

a cura della redazione