Nuvap vince il premio eHealth4all

premiopremio 2

L’azienda, fondata tre anni fa da Francesco Rapetti Mogol (figlio di Mogol) ha
presentato un progetto di ricerca sulla salubrità ambientale di 100 uffici italiani, per
promuovere la prevenzione di malattie legate all’inquinamento indoor.

Nuvap, azienda pioniera nel mercato del monitoraggio dell’inquinamento indoor, fondata tre anni fa da Francesco Rapetti Mogol ( figlio di Mogol) si aggiudica l’edizione 2017-2019 del
premio eHealth4all, con il progetto di ricerca su “Prevenzione di malattie causate da inquinamento indoor negli uffici”.
La terza edizione del premio eHealth4all, organizzata da Club TI Milano -Assolombarda  ,  CDTI  e AICA, è stata dedicata al tema “Prevenzione 4.0 – tecnologie e soluzioni per la salute di oggi e di domani”.
I progetti candidati potevano indirizzare tutte le fasi della prevenzione, da quella  di
base, primaria (nutrizione, vaccinazioni, stili di vita,..), alla secondaria (screening,..) e terziaria (gestione e monitoraggio delle patologie, per limitare gli aggravamenti). Il comitato scientifico, ampliato e rinnovato, ha visto anche la presenza dell’Istituto Superiore di Sanità.
Il progetto di Nuvap si è focalizzato sullo studio dell’inquinamento indoor di 100 uffici di aziende italiane, distribuite su tutto il territorio nazionale. È stato elaborato un indice di qualità ambientale (Nuvap Index, che ha valori compresi fra 1 e 10), che tiene conto di 20 parametri, fra cui molti inquinanti chimici e fisici. È stata studiata la correlazione fra l’indice e diversi dati relativi a malattie respiratorie e malattie professionali. Il 20% degli uffici monitorati ha presentato un Nuvap Index insufficiente; solo 19 aziende hanno riportato un
Index maggiore di 8.
È stata registrata un’elevata variabilità di ogni parametro, durante l’arco della giornata e della settimana, facendo rilevare differenze fino all’80% fra periodi di occupazione e periodi di chiusura degli uffici. È evidente l’impatto che le attività svolte quotidianamente e l’uso degli impianti di ventilazione e areazione hanno sulla salubrità ambientale. Gli inquinanti che hanno compromesso maggiormente il valore del Nuvap Index sono Gas Radon, Formaldeide e VOC.
La motivazione del premio è stata: Il Progetto NUVAP ha raggiunto la votazione più alta da parte del Comitato Scientifico perché complessivamente soddisfa tutti i criteri previsti (innovatività, presenza di indicatori e risultati, dimensione del progetto, replicabilità). Spiccano tuttavia nella valutazione l’originalità dell’approccio alla prevenzione e l’esistenza di un solido impianto di misura, che ne fanno un candidato ottimale per una più ampia diffusione.
Il premio è stato istituito nel 2013 dal Gruppo di lavoro Sanità del Club TI di Milano, con lo scopo di promuovere l’innovazione Ict “made in Italy” e in particolare la capacità dei progetti di rendere più accessibili comportamenti che guariscono, migliorano la salute o la mantengono nel tempo.
Nuvap (www.nuvap.com)
Grazie alla sua piattaforma innovativa per il monitoraggio dell’inquinamento indoor, Nuvap intende ridefinire gli standard di qualità ambientale e di sicurezza dei luoghi di vita, di lavoro, di studio, di cura e di svago. Gli sviluppi dell’azienda sono focalizzati sulle tecnologie di rilevazione e analisi dei dati ambientali. La tecnologia
di Nuvap è protetta da 16 brevetti internazionali e monitora oltre 26 parametri tra cui gas Radom, inquinamento elettromagnetico e radiazioni.
L’azienda ha uffici a Pisa e a Milano, oltre che partnership commerciali nei principali paesi europei.

a cura della redazione