Paradiso delle Mele….ma non solo

mele1mele2

Da noi in Val Venosta una storia d’amore che si tramanda di generazione in
generazione

E’ bello andar per masi a raccogliere storie di contadini che vivono e lavorano con
amore in quello che viene definito il Paradiso delle Mele. Come quella di Christine
e di suo figlio Felix del maso Gaudenz Gutshof Isser a Parcines in Val Venosta, a cui
si aggiunge anche nonna Annelies, che tramanda saperi antichi, ma con un occhio
attento e curioso alle novità che introduce il nipote.
Il posto è idilliaco, tutto è perfetto in questo antico maso che risale al medio evo…
Qui a Gaudenz GutshofIsser non si coltivano solo le famose mele della Val Venosta, buone e genuine come non mai, ma la tradizione del maso vuole che si produca anche altro.
Ogni anno Christine “si assicura” alcune fragranti mele che lascia sugli alberi a maturare per una decina di giorni in più, per destinarle alla nobile arte della distillazione di grappe. Perché solo da mele perfettamente sane e mature si può ottenere un vero distillato di mele venostane dal profumo meraviglioso e con un ingrediente unico: il profumo di montagna.
Anche Felix ha un’altra passione che ben si concilia con quella della coltivazione delle
pregiate mele: la viticoltura. Da nonna Annalies, che si sposta da una parte all’altra
della proprietà con una vecchia Vespa con cambio manuale per controllare se tutto è
in ordine, ha imparato a rispettare i ritmi della natura, le fasi lunari e l’arte di saper aspettare, che integra con la sua formazione professionale, le esperienze lavorative all’estero e gli aggiornamenti continui che la frutti-viticoltura richiede.
Ogni anno Felix produce 5.000 bottiglie dei prelibati Goldmuskateller, Zweigelt e Müller-Thurgau. Non solo mele da conferire alle cooperative di raccolta, ma per la gioia dei molti turisti e visitatori che salgono al maso Gaudenz GutshofIsser anche altre prelibatezze come vini e distillati di grappe e l’occasione di vivere tutto l’incanto del Paradiso delle Mele.

Una storia avvincente ma non unica, che parte da lontano e affonda le sue radici
nella passione degli agricoltori e dei melicoltori della Val Venosta, che rispettano le tradizioni, il loro territorio e tutelano la purezza di un ecosistema
ricchissimo e nel gusto unico della genuinità.

a cura della redazione