Pasta Garofalo lancia l’edizione limitata “Fusilloni 13 Minuti” e risponde alla sfida social del Movimento Grandi Minuti

garofalo

 

 

Pasta Garofalo ha deciso di lanciare un’edizione limitata dei suoi Fusilloni, mostrando chiaramente, con tanto di frecce rosse, dove sono riportati i minuti di cottura sulle confezioni di pasta Garofalo.

L’iniziativa, nata da un’idea proposta su Facebook da Matteo Bocciarelli e reclamata a gran voce dai fan del pastificio sui social che chiedevano un’indicazione più visibile dei tempi di cottura sulle confezioni di pasta, si avvale anche dell’approvazione del Movimento Grandi Minuti, la sfida social lanciata dall’agenzia Hub09, che apporterà sul nuovo pack dei Fusilloni Garofalo il proprio timbro “approved by MGM”.

Invio di seguito e in allegato il comunicato stampa e un’immagine del nuovo pack.

Un cordiale saluto,

Grazia

Pasta Garofalo lancia l’edizione limitata “Fusilloni 13 Minuti”

Il pastificio risponde così alla sfida lanciata dal Movimento Grandi Minuti sui social

Che la pasta sia il cibo preferito e più consumato dagli italiani è risaputo in tutto il mondo. Ma ciò che accade nelle nostre cucine quando arriva l’attesissimo momento di cucinare il proprio piatto di pasta è rimasto fino a oggi un tabù, seppur comune a tutti: dove sono le indicazioni sui tempi di cottura?

Pasta Garofalo, molto attenta alle esigenze dei propri consumatori e soprattutto in ascolto di ciò che i suoi fan dicono sui social, ha seguito con interesse il coro di voci di coloro che reclamavano un’indicazione più visibile dei tempi di cottura sulle confezioni di pasta. E non ha potuto fare a meno di notare anche la proposta grafica postata da Matteo Bocciarelli sul suo profilo Facebook. Così, lo storico pastificio di Gragnano ha deciso di lanciare un’edizione limitata dei suoi Fusilloni prendendo spunto proprio dalla proposta di Matteo, citato anche sul pack, e mostrando chiaramente, con tanto di frecce rosse, dove sono riportati i minuti di cottura sulle confezioni di pasta Garofalo.

“Diciamo che a questo punto non ci dovrebbero più essere dubbi!” commenta divertito Emidio Mansi, Direttore Commerciale Italia del Pastificio Garofalo. “Abbiamo scelto i nostri Fusilloni perché hanno 13 minuti di cottura come quelli della grafica proposta da Matteo, ma anche perché è il formato perfetto per questa iniziativa, bello grande e visibile.”

Quando ha iniziato a farsi strada online la sfida lanciata dal Movimento Grandi Minuti, promosso dall’agenzia creativa Hub09, Pasta Garofalo non ha esitato ad accoglierla proponendo proprio quel pack a cui stava già lavorando. La risposta non si è fatta attendere e sarà visibile anche sui pack: “approved by MGM”.

“Da sempre ci piace incoraggiare il dialogo e ascoltare i consumatori per capirne il sentiment e le reali esigenze. Solo così crediamo sia possibile essere loro vicini, parlare la loro lingua e, perché no, condividere la loro ironia” conclude Emidio Mansi.

L’edizione limitata “Fusilloni 13 Minuti” sarà disponibile alla vendita nei principali supermercati e sul sito www.shop.pastagarofalo.it a partire dal 3 novembre.

Pasta Garofalo

Pasta Garofalo è una realtà imprenditoriale dalla storia ultra centenaria. Dopo una serie di riassetti, nel 1997 passa sotto il controllo della famiglia Menna, nel capitale sociale già dal 1952. Nel 2001 il Pastificio, che aveva concentrato il proprio business all’estero e nella produzione per conto terzi, decide di ripartire con la produzione di una linea a marchio Garofalo destinata anche all’Italia. Nel 2002 lancia la linea Garofalo e da allora cresce esponenzialmente in un contesto molto competitivo raggiungendo una posizione di leadership nel segmento della pasta premium, a livello nazionale e internazionale, e generando un vero fenomeno di affezione al brand grazie alla qualità del prodotto, valorizzata da un sapiente mix di marketing e politiche commerciali. Nel giugno del 2014 entra nel capitale sociale dell’azienda con una partecipazione del 52%, il Gruppo Ebro Foods (EBRO.MC), multinazionale che opera nei settori del riso, della pasta e dei condimenti, quotato alla Borsa di Madrid. Il restante 48% è controllato dell’Amministratore Delegato Massimo Menna, alla guida dell’azienda.

a cura della redazione