Stati d’Anima: mostra personale di scultura di Marina Kaminsky

 

Stati

L’Atelier M.K. in Blu ospita,dal 17 Dicembre al 31 Dicembre 2014, la mostra personale di scultura “Stati D’Anima.

L’artista vive e lavora a Milano come architetto e designer industriale. Si laurea nel 1974 all’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano. Nell’anno in cui presenta la sua prima opera in bronzo “Anima Genitrice”, il 1980, decide di interrompere il suo percorso di scultore in contrapposizione ai critici d’arte dell’epoca, che definisce “mafia culturale che soffoca il sacro fuoco e la libertà di espressione”.

Trent’anni dopo decide di mostrare il suo lavoro scegliendo l’anonimato e consacrando il suo legame con la forma, il gusto e l’idea della sua opera prima.

Anima genitrice” del 1974 si sublima nei nove “pezzettini d’anima” del 2013. Una parte concreta dell’anima che ancora gli piace. E’ alla ricerca di sé stesso, della potenzialità della forma, del mistero, non del misticismo. La sua arte è astratta con forme precise e fortemente volute. Non ha dimensioni fisiche ne legami con una materia determinata tant’è che inizia con lo scolpire la creta, poi il legno che è la parte più riflessiva della scultura, arrivando infine al bronzo.

Nel nostro impersonale e concitato tempo in cui l’identità individuale perde di valore e consistenza, l’artista interpreta il presente come allegoria della coscienza cosmica. La celebrazione della continuità dell’infinito, dal macro siderale al micro degli “stati d’anima”. Anima genitrice levigata fino al bagliore di una luce propria, pulsante ed enigmatica come una sorgente sovrannaturale.

ATG2 è mediazione; tensione tra un dentro e un fuori. Affascinante ed essenziale è una metafora della realtà. Le anime tattili hanno una consistenza vitale. La materia è pensiero. Il pensiero è materia. E’ come la bocca della verità. Al tatto si è in comunione con il Big Bang dell’universo dell’anima”.

a cura della redazione