Superbrands Awards 2016: BMW è “Superbrands of the year”, AMAZON vince il “Superbrands POP Award”, a Benedetto Lavino (AD di Bottega Verde) il ”Passion for Branding”

super 4super 5

I Superbrands Awards 2016 celebrano l’eccellenza di marca e l’impegno di chi investe sui valori di brand: consegnati anche il “Charity of the year” a FONDAZIONE TELETHON e il “Retailer of the year” a UNIEURO

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine sul mercato, ha celebrato ieri sera nell’Auditorium di Radio Italia l’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards 2016, internazionalmente considerati gli “oscar” delle marche.

Il premio più prestigioso, il “Superbrands of the year 2016 ” è andato a BMW, la marca automobilistica tedesca che compie proprio quest’anno 100 anni di storia ricchi di successi e di  continue innovazioni tecnologiche: BMW ha ottenuto valori di eccellenza in tutti i drivers (S-factors) identificati dalle ricerche condotte da Superbrands per definire cosa sia oggi una “super” marca per la gente.

Nel ritirare il riconoscimento, Salvatore Nanni, Direttore Marketing di BMW, ha commentato: “BMW Group celebra nel 2016 il proprio centenario con il motto THE NEXT 100 YEARS. L’orientamento verso il futuro e la capacità di trasformazione caratterizzano da sempre la nostra immagine. Sin dalla sua fondazione nel 1916, l’azienda gioca un ruolo fondamentale sia nella definizione della mobilità sostenibile sia nella capacità di anticipare i nuovi trend. Il premio che ho l’onore di ritirare oggi testimonia il lavoro fatto in Italia e nel mondo per trasmettere questi valori e per rendere il nostro brand un punto di riferimento globale sia oggi che in futuro”.

Nel corso della cerimonia, è stato consegnato ad AMAZON il “Superbrands POP Award 2016”, il premio alla “marca più amata dagli italiani” emerso dal giudizio di oltre 15000 appassionati che grazie all’invito di Superbrands e Radio Italia, hanno espresso la loro preferenza per il brand che hanno più nel cuore.

Il “Superbrands passion for branding 2016”, nato dalla volontà di celebrare la passione distintiva di chi ha saputo mettersi al servizio del brand e dei suoi valori più profondi, è stato assegnato a Benedetto Lavino, AD di BOTTEGA VERDE, per la sua capacità di tenere fede alla tradizione di famiglia del saper fare italiano facendo evolvere la marca in una dimensione di autenticità e naturalità che ha trovato ampio riscontro sul mercato.

A Fondazione Telethon è stato invece consegnato il premio “Superbrands Charity of the year” per il costante impegno nella ricerca contro le malattie genetiche rare e il grande lavoro svolto in termini di branding e di comunicazione per raccogliere consensi e donazioni.

Una menzione speciale è andata a UNIEURO come “Superbrands Retailer of the year 2016” per la forza con cui sta costruendo la sua muova identità di insegna specializzata con un posizionamento che combina il pragmatismo tipico della distribuzione alle emozioni della grande marca.

Sono 24 i prestigiosi brand che hanno acquisito lo status di Superbrands 2016: 3M, Alitalia, Amazon, Amplifon, Aperol, Aran Cucine, Avis, BMW, Bottega Verde, Burger King, CheBanca!, Fastweb, Fattorie Osella, Genertel, ING Direct, QVC, RE/MAX, Sandoz, SisalPay, Telethon, Tupperware, Unieuro, Vaillant, Vallè

La serata ha permesso di fare il punto sulle nuove sfide che i brand devono affrontare: è emerso un quadro di crescente complessità che conferma la marca come elemento fondamentale  nell’indirizzo delle scelte dei consum-autori, ma che richiede, sempre più insistentemente, una maggior autenticità e un impegno responsabile e sostenibile se vuole essere riconosciuta “super”.

“I Superbrands Awards premiano e qualificano quei brand che continuano a dimostrare grande passione nel costruire relazioni vere ed intense con le persone“ dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Le 24 marche d’eccellenza che formano l’esclusivo Club dei Superbrands condividono l’impegno quotidiano per distinguersi sul mercato con innovazione, autenticità e responsabilità, e pongono il valore di brand al centro delle proprie strategie di crescita”.

Superbrands (www.superbrands.com/it) è la più importante iniziativa di valorizzazione delle marche a livello globale: Il suo obiettivo è identificare e celebrare quei brand che continuano a credere negli investimenti in innovazione, comunicazione e sostenibilità per costruire un valore distintivo e garantire un’esperienza di eccellenza riconosciuta da clienti e consumatori. Superbrands propone un programma di certificazione e qualificazione che comprende incontri di networking, strumenti di ricerca, attività di PR, partnership media, collaborazioni con importanti Università e culmina con l’assegnazione dei “Superbrands Awards” e la pubblicazione annuale del prestigioso volume “Il libro delle grandi marche”.

* Il Superbrands Council 2016 è composto da: Emanuele Acconciamessa (COO Focus Management), Laura Cantoni (AD Astarea), Sandro Castaldo (Docente di Marketing & Retail Università Bocconi), Stefano Del Frate (Direttore Generale ASSOCOM), Andrea Farinet (Docente di Marketing e Psicologia dei Consumi Università LIUC), Armando Garosci (Responsabile Editoriale Progetti Speciali Largo Consumo), Gaetano Grizzanti (Brand Strategy Advisor e CEO Univisual), Alberto Mattiacci (Presidente SIM, Società Italiana Marketing, Docente di Economia e Gestione delle Imprese Università La Sapienza), Patrizia Musso (Fondatrice di Brandforum.it, Docente di Brand Communication Università Cattolica), Alessandro Pavesi (Presidente ASSOREL), Carlo Alberto Pratesi (Professore Ordinario Dipartimenti di Studi Aziendali, Università Roma Tre), Jolanda Restano (Digital Entrepreneur e Founder Fattore Mamma), Rossella Sobrero (Presidente Koinetica e Consigliere FERPI), Mauro Ussardi (Consulente e docente di brand strategy), Cesare Valli (Partner & CEO SEC Relazioni Pubbliche), Fabrizio Valente (Presidente KikiLab), Maurizio Vitale (Founding Director Movement Entertainment), Nicoletta Vittadini (Direttore Master Digital Communication Specialist, Università Cattolica).

a cura della redazione