The Winesider Best Italian Wine Awards 2017.

PHOTO CANIO ROMANIELLO / OLYCOM
CONTO ALLA ROVESCIA PER LA GRANDE KERMESSE DEDICATA AL VINO ITALIANO CHE PREMIA LE 50 MIGLIORI ETICHETTE

Il 18 settembre sarà presentata a Milano la classifica creata da Luca Gardini e Andrea Grignaffini dei 50 migliori vini selezionati da una giuria internazionale composta dai migliori palati provenienti da 5 Paesi diversi

Torna la grande kermesse del vino italiano ormai punto di riferimento internazionale grazie all’inserimento in Wine-Searcher: The Winesider Best Italian Wine Awards 2017, la classifica dei 50 migliori vini del Paese nata da un’idea di Luca Gardini e Andrea Grignaffini nel 2012, sarà presentata a Milano lunedì 18 settembre alle 11.30 presso il
Centro Congressi Fondazione Cariplo.
Alcuni fra i migliori palati internazionali compongono la giuria di cui fanno parte gli undici massimi esperti che hanno degustato alla cieca, votato e classificato oltre 350 etichette provenienti da tutta Italia per scegliere le 50 che entreranno a far parte della classifica 2017 The Winesider Best Italian Wine Awards.
I giurati internazionali arrivano da quattro Paesi di riferimento per il vino italiano: Kenichi Ohashi
(Giappone) l’unico Master of Wine giapponese, Sake Expert Assessor e Master Of Sake, Amaya Cervera (Spagna) fondatrice del sito internet spanishwinelover.com e wine journalist con un’esperienza di oltre 15 anni, Tim Atkin (Inghilterra) Wine Writer tra i più premiati al mondo e
Master of Wine con oltre 25 anni di esperienza e Christy Canterbury (Stati Uniti), giornalista, giudice, formatrice e Master of Wine.
Insieme a loro gli italiani Luciano Ferraro capo redattore del Corriere della Sera e firma della rubrica Corriere DiVini, Daniele Cernilli il Doctor Wine, decano della degustazione e giornalista enogastronomico fra gli artefici del Gambero Rosso, Antonio Paolini esperto critico enogastronomico e degustatore, firma di alcune fra le maggiori testate di settore, Pier Bergonzi vice direttore de La Gazzetta dello Sport, fondatore della rubrica “Gazza Golosa” e Sommelier e Marco Tonelli, giornalista bolognese che da molti anni collabora con prestigiose riviste di enogastronomia e guide di settore, primo Habanos Sommelier italiano oltre naturalmente a Gardini e Grignaffini.

a cura della redazione