Un anno di servizi integrati per le cronicità: il bilancio di Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza

racca

 

“Il 2018 è stato un anno importante per le farmacie lombarde che hanno confermato il loro ruolo di vero e proprio presidio di salute pubblica sul territorio e di uno dei più accessibili punti di assistenza sanitaria, grazie alla presenza capillare sul territorio. Grazie alla proficua collaborazione con Regione Lombardia, la farmacia svolge il suo ruolo affinché il paziente cronico possa avere supporto sul territorio, garantendo al sistema efficienza e costi sostenibili, anche grazie al recente rinnovo dell’accordo per la distribuzione per conto delle terapie ad alto costo. Questo lavoro congiunto con la Regione ha posto le basi per un 2019 di grande rinnovamento, in cui la farmacia continuerà ad essere in prima linea nella promozione di attività di screening e di campagne di prevenzione rivolte alla popolazione”. Cosi ha dichiarato ieri Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno tenutasi, per l’occasione, nella bella location della Terrazza Palestro, al quarto piano del Centro Svizzero di Milano.
L’incontro, moderato da Massimo Cherubini, Vicepresidente dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti e Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti ,a cui hanno partecipato anche Manuela Bandi, Gian Piero Toselli e Paolo  Vintani (rispettivamente Consigliere, Segretario e Vice Presidente di Federfarma)  è stato l’occasione per fare un bilancio dell’anno trascorso.
Un anno importante in quanto alla luce delle delibere del 2018 di Regione Lombardia le farmacie hanno aderito al cosiddetto “Modello Lombardo”. Il progetto regionale per la presa in carico dei pazienti cronici necessita del contributo di tutti gli attori del Sistema Sanitario Regionale che sul territorio sono rappresentati dalle farmacie, dai Medici di medicina generale e dai Pediatri di libera scelta.
“Fondamentale, la partecipazione attiva delle farmacie alle diverse iniziative di salute proposte, come l’adesione alle Campagne di prevenzione per es. al progetto dello screening sui tumori del colon-retto e a breve le prestazioni di telemedicina e le autoanalisi” hanno puntualizzato  Manuela Bandi e Paolo Vintani che hanno anche parlato del progetto (SPEGNILA E RESPIRA)  per combattere il tabagismo e la BPCO ( la bronchite cronica ostruttiva).
“Un anno in cui la digitalizzazione diventa essenziale” ha tenuto a precisare Gian Piero Toselli accennando al prossimo passaggio alla nuova etichettatura dei farmaci “anche se purtroppo sono ancora troppo pochi i farmacisti che investono in digitalizzazione”.
“La farmacia del futuro si confermerà come uno dei presidi assistenziali del malato cronico: ad esempio, attraverso l’attivazione del Dossier Farmaceutico o tramite la stampa del promemoria .  Una farmacia, dunque, sempre più attenta ai bisogni dei cittadini  che guarda al futuro ma che celebra il passato: nel 2019, infatti, ricorre il 160esimo anno dalla nascita della nostra Associazione, un evento importante per tutte le farmacie milanesi, che vedrà la partecipazione attiva di tutti i nostri associati”. Ha, poi, concluso la Presidente Racca non senza avere accennato prima anche al welfare aziendale a favore dei dipendenti delle farmacie.

a cura della redazione