Vittorio Sgarbi presenta il progetto “Milano Art Gallery – In Franchising” presso il salone del franchising di Milano

SgarbiNugnes

Nella bella cornice del salone Franchising a Rho Fiera si è tenuta oggi venerdì 23 ottobre la conferenza stampa di presentazione del progetto delle gallerie d’arte “Milano Art Gallery” in franchising. Il manager Salvo Nugnes, ideatore del progetto è stato ,in occasione dell’incontro , affiancato dal noto critico Vittorio Sgarbi, per parlare e spiegare l’innovativa formula contrattuale, Al riguardo, Salvo Nugnes ha dichiarato che :” la scelta di fare questa conferenza durante il prestigioso salone del franchising, ci ha permesso di coinvolgere un target molto ampio ed eterogeneo di persone. Questo evento fieristico è seguito da un pubblico competente e sempre propenso a ricevere nuove e stimolanti proposte d’investimento commerciale.

Inoltre, ha sottolinea Nugnes : “la novità del progetto di franchising delle gallerie d’arte è dedicato, non soltanto agli addetti ai lavori e agli esperti di settore, ma anche a chi vuole fare convivere la propria passione per l’arte, con il desiderio di avviare un’attività imprenditoriale a largo raggio. Gli affiliati al franchising ricevono l’assistenza necessaria per l’apertura della propria sede e accedono al modello di comunicazione capillare e a tutto tondo, caratteristico delle Milano Art Gallery. Viene fornito il supporto per l’individuazione della location più adatta, per la scelta dell’arredo, per l’installazione dell’impianto di luci. Inoltre, è possibile ricevere l’assistenza in loco di una persona preposta della nostra sede centrale per i primi tre mesi di apertura, per essere seguiti e indirizzati in modo continuo e continuato. Altri servizi offerti ai nostri affiliati sono: la sinergia con l’ufficio stampa, la consulenza amministrativa, la ricerca di artisti, l’individuazione, la fornitura di una lista completa di clienti base della zona territoriale d’appartenenza, la messa a disposizione del sito web, il supporto per la pubblicità e la promozione, nonché la fornitura di esempi di comunicazione grafica. Nei nostri programmi, è prevista la diffusione di sedi in franchising all’estero, dove l’eccellenza artistica italiana potrà coniugarsi con quella del paese ospitante”.

Al Vittorio Sgarbi il compito, invece, di definire il rapporto tra l’arte in genere, sia antica che moderna, con il franchising,un rapporto che Sgarbi ha definito “complementare”.oltre che “qualificante per il comparto artistico” riferendosi anche alla portata del progetto che ne è uscita a sua volta rafforzata e avvalorata dalla presenza straordinaria del critico d’arte.

a cura della redazione