Dal 6 maggio parte:

una mamma imperfetta. Una serie innovativa che à riuscita a mettere insieme web, televisione, cinema

 

 

Una serie innovativa che è riuscita a mettere insieme web, televisione, cinema. Sì, perché «Una mamma imperfetta» è una fiction di Ivan Cotroneo (Prodotta da Indigo Film e 21; in collaborazione con Corriere della Sera e Rai Fiction) che è stata pensata per il web, ma realizzata con i criteri del grande schermo. Partirà il 6 maggio su corriere.it: otto minuti al giorno sul sito del Corriere e da settembre, in prima serata su Rai Due, per condividere la storia di Chiara (l’attrice Lucia Mascino) e delle sue amiche, tutte mamme, tutte naturalmente imperfette. La serie è stata presentata in anteprima oggi 2 maggio, in Sala Buzzati alle 11, al Corriere della Sera di Milano. Un incontro — «La nuova serialità tra web e tv» — cui hanno partecipato Luigi Gubitosi, direttore generale Rai; Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera; Eleonora Andreatta, direttore Rai Fiction; Francesca Cima, produttrice di Indigo Film; Ivan Cotroneo, autore e regista (tra i suoi successi «Tutti pazzi per amore» e «Una grande famiglia») e le attrici della serie. (ma.vo.) .A moderare l’incontro a cui ha partecipato un folto pubblico di giornalisti, di addetti ai lavori e di curiosi, Barbara Stefanelli, vicedirettore del Corriere della Sera.

“E’ la prima volta che un quotidiano italiano si affaccia al mondo della fiction – ha commentato Ferruccio de Bortoli, – e per noi questo sarà un importante esperimento, oltre che una sfida professionale e intellettuale. E’ una tipologia di linguaggio che non appartiene al web, che invece per sua natura ha una narrazione discontinua. Vista la qualità del prodotto, però, siamo sicuri di riuscire a creare una comunità ampia e interattiva che ci seguirà giorno dopo giorno”. Gli utenti di Corriere.it potranno, poi, trovare sul sito una pagina dedicata alla fiction per commentare in diretta le puntate.

“Dopo anni abbiamo deciso di portare di nuovo una serie in prima serata su Rai2 – ha riferito, a sua volta, Luigi Gubitosi,-, un progetto in linea con la nostra nuova linea editoriale: lavorare su nuovi linguaggi e sull’innovazione per attrarre anche il pubblico dei più giovani”.

"Non ci sono eroi letterari o personaggi da fantascienza. I protagonisti, anzi le quattro protagoniste, sono donne normali alle prese con vite normali, “giocolieri in equilibrio tra lavoro, figli e compagni”. Ci sono, invece, i caffé al bar con le amiche, le riunioni di lavoro e i problemi di coppia, ma questa volta anche le partite di calcetto e le lezioni di ginnastica ritmica dei figli e i problemi con la scuola. “Avevo voglia di parlare delle donne d’oggi e delle famiglie contemporanee ha riferito con una buona dose di ironia, Ivan Cotroneo (nella foto con le 4 protagoniste della fiction) che non è padre ma si è sufficientemente documentato. "L’ho fatto con un linguaggio nuovo, sotto forma di un diario raccontato direttamente alla telecamera dai personaggi della serie per raccontare cosa significa essere genitori oggi, tratteggiando con profondità donne in cui è estremamente facile riconoscersi. Imperfette non solo le mamme, ma anche i papà e chi genitore non lo è ancora. Perché a tutti è capitato almeno una volta di sentirsi incompleti, non all’altezza di certe situazioni e costantemente in bilico tra le nostre aspettative e quello che invece siamo in grado di fare. Ci affanniamo a cercare una perfezione che non esiste. Accettare di essere imperfetti ci rende felici. Per le persone normali dovrebbe essere così, ogni giorno".

E tu che mamma sei?.

a cura della redazione