Per il ventennale La Montina:

indossa lo smoking

Le nuove bottiglie  delle Tenute La Montina

vestono lo smoking  per celebrare il Ventennale

Un nuovo nome per i Franciacorta di maggiore complessità:

Aurum , Argens, Rosatum, Vintage

 

Il 2010 è per le Tenute La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta una data importante: una nuova fase della storia iniziata nel 1987 con la prima vendemmia commercializzata nel 1990, per giungere a quella del Ventennale 2007, in degustazione dal 2010.

 

Per celebrare le prime 20 vendemmie, la famiglia Bozza ha rinnovato non solo l’immagine grafica aziendale, ma anche il design delle bottiglie nei formati Classico, Magnum e Jeroboam. La nuova immagine è stata creata dall’artista Paolo Menon, membro del Museo della Permanente di Milano, noto per la sua passione e conoscenza del mondo dell’enologia, che ha interpretato con sensibilità lo stile di oggi dell’azienda.

 

Elegante e austera, la nuova bottiglia ha fuso nel vetro un cammeo raffigurante due leoni che reggono una tiara, per legare la cultura bresciana del territorio rappresentato dal leone dell’antica Brixia fidelis (motto della città di Brescia), all’orgoglio leonino de La Montina radicata nella settecentesca tenuta di campagna bresciana, che appartenne a Benedetto Montini – avo di Papa Paolo VI – da cui prese il nome anche la collina retrostante. A caratterizzarla il collarino, che ricorda il papillon dello smoking.

Nuova anche l’etichetta a punta, che s’incastona in una nicchia nella parte bassa della bottiglia e, con la retro etichetta, la cinge a mo’ di corona. Ogni etichetta è stata declinata nei sei colori che contraddistinguono i Franciacorta delle Tenute La Montina, che per quanto riguarda le tipologie più complesse, saranno definiti anche da un nuovo nome : il color avorio per i Brut, l’oro per i Brut Millesimato Aurum, l’argento per i Brut Satèn Argens, il verde per gli Extra Brut, il rosa melograno nelle versioni Rosé Demi Sec (bottiglia nera) e Rosé Extra Brut Rosatum (bottiglia trasparente), per concludere con l’etichetta di colore nero e logo in oro per denominare le Vintage, le grandi Pas Dosé Riserva, orgoglio di famiglia.

 

E proprio in occasione del Ventennale La Montina ha presentato la sua prima Riserva, il Vintage 2004, un Extra Brut affinato sui lieviti in bottiglia per almeno di 60 mesi,

elegante e avvolgente al naso, complesso al palato, ampio e di grande personalità.

 



Tenute La Montina: vent’anni di Franciacorta con passione.

Di padre in figlio

 

Le Tenute La Montina si trovano a Monticelli Brusati (Bs), nell’estremo lembo Nord Orientale della Franciacorta, a ridosso di un ampio anfiteatro morenico, là dove  finiscono le strade carrozzabili e inizia la boscosa Valle Mugnina. Una zona naturalmente vocata alla coltivazione della vite, ricca di storia, di suggestioni paesaggistiche, di romantici echi.

 

Le prime notizie su La Montina risalgono al 1620, quando proprietaria della casa padronale era una nobile famiglia bresciana facente capo a Benedetto Montini – avo di Papa Paolo VI – il cui cognome originò il toponimo Montina. Da allora questa piccola località che comprende, oltre le terre vitate, la collina retrostante, è denominata per l’appunto La Montina .Passata di mano in mano nell’arco dei secoli, verso il 1970 la tenuta – in grave stato di abbandono – ospitava un convento di Suore Dorotee, che successivamente si sono trasferite in Valcamonica.

Ad acquistarla, nel 1982, e a farla rinascere dalle ceneri di un passato centenario, sono stati Vittorio, Gian Carlo e Alberto Bozza, che – fedeli alla tradizione enologica di famiglia – l’hanno riportata all’antico splendore e ne hanno fatto la sede delle Tenute La Montina, un’azienda che ha scritto la storia della moderna Franciacorta vitivinicola, che si sviluppa su di una superficie vitata di circa 72 ettari, dislocati in 7 Comuni della Franciacorta, con una produzione media di 450.000  bottiglie annue. La cantina, con una  capacità di stoccaggio di circa 3.000.000 di bottiglie,  si estende  per 7.450 m² sotterranei, il che garantisce tutto l’anno la minore escursione termica possibile, condizione ottimale per la giusta maturazione dei Franciacorta.

 

Oggi La Montina, assolutamente vocata alla produzione di Franciacorta, è una delle aziende più rappresentative e dinamiche della zona, qualificata e conosciuta sia a livello nazionale che internazionale e – con il logo La Montina per la cultura -  è impegnata con passione in iniziative artistiche e culturali.

 

All’interno delle Tenute si trovano, oltre l’Azienda vinicola La Montina, la settecentesca Villa Baiana, il Museo di Arte Contemporanea in Franciacorta Remo Bianco, la Galleria d’arte e il Wine Shop.

 

 

 

Per Informazioni: Via Baiana 17, 25040  Monticelli Brusati (Bs) – info@lamontina.it – www.lamontina.it

 

 

Ufficio Stampa:  Studio Agorà – Marina Tagliaferri tel. 0481 62385,  e-mail:agora@studio-agora.it, www.studio-agora.it.

 

A cura della redazione