Fernet Branca soprattutto:

rivaluta la propria immagine

 

 F.lli Branca la Società di liquori nata nel 1845 da un invenzione congiunta di un medico svedese certo Dr. Fernet e dell’omonimo fondatore Conte Bernardino Branca,con proprietà taumaturgiche (a suo tempo propagandata persino per combattere il colera!) ha presentato il nuovo spot pubblicitario ,  dal titolo “Storia Liquida”, già in onda sulle principali reti televisive con tagli da 30” e 15” a partire da domenica 19 ottobre.
 Lo spot, firmato da JWT, racconta la storia di Fernet-Branca utilizzando un particolare ed innovativo linguaggio di comunicazione basato su un device visivo in cui il prodotto si trova ad essere, fisicamente, protagonista del filmato. Il liquido dall’intrigante tonalità bruno chiaro con riflessi ambrati rivela la ricchezza intrinseca e le qualità del prodotto, nonché il mondo Fernet-Branca.
 Il filmato inizia con una bottiglia di Fernet-Branca che rotola lasciando fuoriuscire il prodotto. È in questo momento che dal liquido comincia a snodarsi la storia del prodotto attraverso le immagini che descrivono la sua genesi dagli ingredienti, alla produzione, al suo carattere e gusto.ll liquido assume dapprima la forma delle erbe che confluiscono in un cesto sulla testa di una donna per ricordare l’atto della raccolta. Da qui, il liquido richiama i quattro continenti da cui provengono le erbe (ben 27!) e prende le sembianze di una savana con alberi, mentre il sole che sorge si trasforma in un paesaggio asiatico con alcuni Sampan sull’acqua. Si modifica poi in botti di rovere, dove il Fernet-Branca è custodito e matura per almeno un anno. Infine, converge dapprima nel simbolo dello yin (un tipo di manifestazione che potremmo definire , per semplificare, “maschile” e che corrisponde all’idea che abbiamo di energia come impalpabile, dinamica e senza forma) e dello yang ( (l’energia “ femminile” che corrisponde alla materia, statica e be definita) ad indicare l’equilibrio di Fernet-Branca e in seguito in una scena di convivialità, in cui tre persone sorseggiano il liquore, che si dissolve trasformandosi nuovamente nella bottiglia. "Sono due gli obiettivi che sostengono la strategia di marketing che abbiamo posto in fase di brief: quello di riattualizzare una marca mito, permettendo al consumatore che già predilige Fernet-Branca di avvicinarsi al brand identificandosi con il prodotto, e quello di consolidare il ruolo di Fernet-Branca nella principale occasione di consumo, ovvero il dopo pasto – spiega Marco Ferrari, Direttore Marketing e Strategic Development di F.lli Branca DistillerieOltre ad essere protagonista dello spot, Fernet-Branca sarà, a partire da fine ottobre, al centro di attività di marketing esperienziale nel canale ho.re.ca., attraverso il racconto della sua unicità, carattere e storia”. Lo spot si inserisce nelle campagne di comunicazione del marchio, centrate sul mondo e i valori di Fernet-Branca che hanno regalato fino ad oggi emozioni suggestive e uniche, anche attraverso l’utilizzo di tecniche d’avanguardia.  Già negli anni ’60 il linguaggio utilizzato con l’uso animato della plastilina attraverso la tecnica di claymation (ovvero delle forme di plastica che si muovono) aveva riscosso un successo di pubblico e di critica specializzata. Oggi la produzione di un filmato particolare come “Storia liquida” ,affidata all’Italiana Mercurio, si basa sulla tecnica “full-on 3D particle system”, in grado di animare le evoluzioni del liquido da una forma all’altra creando la storia del prodotto e utilizzata per la prima volta dalla casa americana di post-produzione Psyop, scelta e guidata da JWT spiega Pietro Dotti di Agenzia Italia. Sono ripresi, infine, il pay-off storico Sopra Tutto e il famoso jingle del Maestro Godi, due elementi , aggiunge sempre Dotti, che hanno fatto la storia della comunicazione di Fernet-Branca. Il commento musicale è invece opera di Ferdinando Arnò dello studio Quiet,Please!Ma lo spot previsto per il mercato Italiano verrà esportato anche all’estero? Non lo sappiamo ma “why not” risponde Ferrari. gli ingredienti di internazionalità nel prodotto (ben 27 erbe provenienti da 4 continenti) del resto ci sono tutti!Auguriamo successo al nuovo spot pubblicitario e dopo mangiato non dimentichiamolo ” soprattutto Fernet Branca”.

Gianni Acerbi