Un vino italiano:

per incoronare il sovrano di Tonga

 

Lo scorso 25 giugno al Diana Majestic di Milano alla presenza del Barone Federico Bianchi, ultimo rampollo di una dinastia nobiliare che risale al medioevo e titolare di una casa vitivinicola,fondata nel 1815 da un suo antenato, si è svolto lo straordinario ed esclusivo evento  che ha presentato alla stampa i vini giustamente denominati “Coronation” e dedicati all’incoronazione di George Tupou V  prossimo e futuro sovrano di Tonga.
Fra poche settimane il prossimo re ,che ha studiato ad Oxford, e con lui i reali di tutto il mondo tra cui il Duca e la Duchessa di Gloucester (U.K.),il Principe e la Principessa del Giappone, il Principe di Sirinhorn del Regno della Thailandia e numerose altre teste coronate tra cui il Principe Alberto di Monaco( che peraltro deve ancora confermare la sua partecipazione) nonché i capi di stato e gli ambasciatori di numerosi paesi,16 in tutto ,che hanno la rappresentanza nel minuscolo – Stato dell’Oceania  (un piccolo arcipelago di appena 748 Km2 ,in tutto, situato tra Nuova Zelanda e Hawaii a sud delle Isole Samoa e a est delle Figi) ,saranno presenti a festeggiare il sovrano e la sua famiglia per questa cerimonia che si svolgerà il 1° di agosto che ci riporta un po’,forse, allo spirito di altri tempi.L’ idea di abbinare i vini della Tenuta Duca di Casalanza all’incoronazione,ha spiegato il Barone Bianchi,è nata lo scorso anno  da un’idea di Stefano Chioccioli,stimato enologo e artefice del cambiamento e del rinnovamento della tenuta” Duca di Casalanza”  e dello stesso Barone Bianchi ,per creare un ideale ponte tra l’Italia e il paradisiaco arcipelago di isole, in modo  da pubblicizzare al meglio l’azienda in occasione di questo evento quasi fiabesco. Coronation è il nome dell’esclusiva serie di vini  che verrà serviti a tutti i partecipanti all’evento,tali vini consistono in ,particolare, in una selezione di tre vini( 3000 bottiglie cadauna) un Pinot Grigio- 2007, un Cabernet Sauvignon  rosso(Blend merlot cabernet sauvignon- 2006) e un Cabernet sauvignon riserva –2004 che  permetteranno al nuovo sovrano di Tonga di brindare con  vino italiano.
 Ma come verranno inviati questi vini a Tonga ed in particolare come potranno arrivare sani e salvi conservando le loro caratteristiche organolettiche e i loro profumi considerando gli sbalzi termici e  ambientali  a cui per forza di cose dovranno essere  sottoposti durante il trasporto marittimo? Il Dott. Chioccioli ha risposto che  verranno trasportati ( anzi sono già partiti da diverse settimane)via mare  con estrema attenzione in appositi containers ad una temperatura costante di 16°gradi con incaricati che sorveglieranno scrupolosamente il mantenimento di detta temperatura.
La festa di incoronazione che si terrà al 1 di agosto sarà allietata da un incontro di rugby tra gli atleti del regno di Tonga e quelli di diverse nazioni,tra cui anche l’italiano Aaron Persico.
Seguiranno ,per celebrare l’incoronazione, dei concerti,con una orchestra di più di 70 membri provenienti dalla Cina che saranno accompagnati anche da un coro di 300 solisti ,conosciuti a livello internazionale per la loro grande abilità, provenienti da Tonga. Una Performance consistente in un balletto creato in onore della nonna del sovrano…
Al sovrano e al Barone Bianchi che sarà pure presente alla cerimonia i migliori auguri per una felice incoronazione in compagnia dei vini del made in Italy.

Gianni Longhini