Chiusa la 15° edizione di Cibus:

incoraggiante il bilancio della manifestazione

 Si è chiusa giovedi scorso a Parma la 15° edizione di Cibus, Il Salone Internazionale dell’Alimentazione. Nel tracciare un bilancio della manifestazione, i vertici di Fiere di Parma hanno annunciato un nuovo appuntamento di cerniera rispetto alla 16°edizione di Cibus nel 2012: Cibus Tour, una manifestazione che si terrà a Parma dal 14 al 17 aprile.

Cibus 2010 ha fatto registrare l’affluenza di circa 60 mila visitatori, con un aumento esponenziale degli operatori esteri, facendo registrare grande soddisfazione sia tra le aziende espositrici sia tra i buyer.

“Questo successo – hanno commentato i vertici di Fiere di Parma – deriva da tre fattori: il primo è che Parma non ha mai abdicato alla sua vocazione agroalimentare, nonostante le sirene della new economy e della finanza creativa; il secondo è che Cibus, sin dagli anni Novanta, ha assunto caratteristiche spiccatamente professionali rivolgendosi alla Distribuzione Moderna prima italiana e adesso mondiale; ed infine, nell’ultimo anno, la pianificazione marketing della Fiera è stata di fatto gestita da una cabina di regia composta dalle aziende espositrici, dalle multinazionali alle microimprese, che conoscono meglio le esigenze dei principali mercati esteri”.

I vertici di Fiere di Parma hanno anche annunciato le date di CIBUS 2012 e una nuova manifestazione, “Cibus Tour 2011”, così chiamata perché intende portare un pubblico di professionisti e appassionati in un viaggio ideale attraverso i sapori, i saperi e la salute del Food made in italy.

A Cibus Tour saranno di scena le medie e grandi aziende con proposte innovative, le collettive Regionali e Locali che potranno dare spazio alle eccellenze del territorio, i prodotti biologici ed infine i Nutriceuticals di Pianeta Nutrizione.

Nell’ultima giornata di Cibus 2010 si è tenuto un convegno intitolato “Tecnologie Alimentari e la sfida alla complessità delle produzioni agro-alimentari: sostenibilità economica, ambientale e sociale”, organizzato dall’Ordine dei Tecnologi Alimentari. Tra i relatori l’On. Riccardo Garosci, Consigliere del Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, che ha presentato il programma Scuola e Cibo per l’educazione alimentare che si svolgerà nelle classi 4° e 5° elementari. Garosci ha spiegato che l’educazione alimentare nelle scuole ruoterà su tre elementi: la sicurezza alimentare, la qualità e la sostenibilità. 

 

 

Per informazioni: www.cibus.it/
 

a cura della redazione