Inaugurato a Roma:

Il nuovo "Harry's bar Trevi"

Tutti avranno sentito ,certamente, parlare di Cremonini che con oltre 9.500 dipüendenti costituisce uno dei più importanti gruppi alimentari in Europa e con 2.212,1 milioni di euro di ricavi totali nel 2008, oltre ad essere leader assoluto in Italia nelle produzione di carni bovine e nella commercializzazione e distribuzione al food service di prodotti alimentari oltre che ad avere una presenza rilevante nel settore della ristorazione (Road House Grill).
Niente di piû naturale ,quindi, se a Roma nello spazio omonimo del brand,sia stato inaugurato lo scorso giovedi 23 aprile un nuovo ristorante dal nome molto inivtante e ed evocativo di altre importanti esperienze della ristorazione "Harry’s Bar Trevi" che va sicuramente ad arricchire il simpatico centro multifunzionale e culturale di Via San Vincenzo.
"L’Harry’s Bar Trevi" che prende il nome dalla vicina celebre fontana situata a pochi metri di distanza, verrà gestito dallo chef Alessio De Carolis con l’opportunità per gli avventori di usufruire di un’ampia selezione della cucina italiana, con una scelta, naturalemnte ,di carni di primissima qualità, oltre che di un ricco assortimento di aperitivi e vini da degustazione.
Il locale che avrà dieci dipendenti con 85 posti a sedere si estende su una superficie di 270 mq con apertura dal lunedi al sabato dalle 10,00 all’una di notte e’ caratterizzato , secondo la tradizione del marchio, da una particolare cura ed eleganza negli arredi offrendo ai suoi frequentatori un servzio di qualità.
Nell’occasione dell’apertura e’ stata anche  allestita la mostra "Centro-Periferia" , una selezione del Concorso Internazionale Federculture per Giovani Artisti: le opere sono esposte nella splendida cornice della "Cittä dell’Acqua" creando un suggestivo contrasto tra l’area Archeologica museale  di epoca romana (inserita nel polo culturale di cui fa parte  anche il Mondadori Multistore e la sala Cimema Alberto Sordi) e le realizzazioni contemporanee di otto giovani talenti nazionali.
Auguri al nuovo "Harry’s Bar Trevi" e ,naturalmente, ai giovani artisti.
Gianni Acerbi