Fiera Bolzano presenta:

la quarta edizione di Klimaenergy. Dopo il terremoto in Giappone occorre un'accelerazione sulle energie rinnovabili

Ripartirà anche quest’anno  la quarta edizione di Klimaenergy la fiera incentrata sulla  produzione di energia da fonti rinnovabili.  Klimaenergy si riferisce a chi ha un fabbisogno energetico elevato, come l’industria e l’artigianato, proponendo soluzioni innovative e tecnologie di ultima generazione ma soprattutto incentrandosi sulle energie rinnovabli che dopo il recente terremoto del Giappone e la messa in discussione delle centrali atomiche  si rendono ,sempre di più, indispensabili.

Particolarmente ricca di contenuti si preannuncia questa edizione in mostra a Fiera Bolzano dal 22 al 24 settembre con un articolato programma di eventi collaterali- tra cui un convegno internazionale, dei tour guidati a impianti realizzati che utilizzano energie rinnovabili, workshop e conferenze specializzate, nonchè, novità di quest’anno, Klimamobility, il nuovo salone per la mobilità sostenibile con l’apertura di nuovi orizzonti in questo settore con tutte le premesse di grande successo per la manifestazione come ha tenuto a sottolienare Fabio Da Col, responsabile di Fiera Bolzano durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Milano presso lo spazio Chiossetto.

Forte di un know-how e di un’esperienza tipicamente mittleeuropea e precursore in Italia di un trend eco-sostenibile, Fiera Bolzano è dal 2005 fortemente impegnata nella costruzione di una culltura energetica alternativa a quella del petrolio.

"L’era delle energie fossili alla fin fine sarà un episodio breve nella storia dell’umanità sostiene Da Col riportando il pensiero di Reinhold Marsoner Direttore di Fiera Bolzano  e aggiungendo che dopo l’era delle energie fossili, l’umanità entrerà nella seconda era solare con la possibilità di ultilzzare il sole in modo più efficiente rispetto al passato grazie a nuovissime tecnologie.

Ecco il motivo per cui Legaambiente in collaborazione con Klimaenergy ha promosso il "Campionato italiano Solare" che vuole essere, come ha spiegato Katiuscia Eroe , responsabile del dipartimento di energia di  Legambiente, "un modo per raccogliere e pubblicare tutti i dati relativi alla diffusione del solare termico e fotovoltaico nelle città italiane al fine di ricostruire e aggiornare sistematicamente la classifica delle migliori performance urbane".

La classifica viene calcolata considerando il rapporto tra la popolazione residente nei territori comunali e le installazioni di pannelli solari, sia termici che fotovoltaici, oltre che una serie di parametri sull’efficienza in edilizia. Lo scopo è quello di premiare le realtà comunali in cui le tecnlogie rinnovabili, in particolare soalri, rispondono meglio al fabbisogno elettrico e termico delle famiglie.

I vincitori 2011del "Campionato Italiano del Solare" saranno premiati il 22 settembre a Bolzano durante la fiera internazionale Klimaenergy.

Dopo l’edizione di successo del 2010 anche quest’anno riparte il "Klimanergy Award" un innovativo istituto di ricerca e di formazione privato di un ‘iniziativa di grande valore con cui l’Alto Adige, da sempre in prima liena sul fornte ambientale, desidera offrire  un contributo concreto alla divulgazione dell’impiego di fonti energetiche alternative,  ha dichiarato Wolfram  Sparber , di Eurac ,un innovativo istituto di ricerca e di formazione privato di Bolzano.

Tutti i Comuni e le Provincie italiane potranno candidare i propri progetti improntati al risparmio energetico e alla produzione di energia da fonti rinnovabili entro il prossimo 31 luglio. 

Tante dunque le novità e le inziative che contraddistingueranno questa prossima edizione dell’evento che come sempre sarà all’avanguardia per la ricerca e lo sviluppo di  un’energia sempre più green.

a cura della redazione