Guzzini:

Infinito Design Italiano

 

 

Il design Made in Italy di Guzzini trova spazio in un volume monografico a cura di Moreno Gentili ed edito da Skira, ideato per celebrare i cento anni del noto marchio di complementi di arredo e di accessori italiani. Nel 2012, infatti, l’azienda  Fratelli Guzzini ha spento le sue prime 100 candeline, festeggiando l’evento e  ricordando una storia gloriosa caratterizzata  da tante innovazioni,  rispetto della tradizione   passione , coraggio  e continuità d’ impresa.

Nel 1912, Enrico Guzzini progetta e realizza la prima tabacchiera in corno di bue. Un secolo di storia ,un’evoluzione fatta di ricerca, innovazione e spirito visionario che ha portato la Guzzini di Recanati da fabbrica di posate e articoli sanitari a colosso italiano nella produzioni di articoli per la casa, la cucina e la tavola. Riuscendo a rendere bello anche uno scolapasta o un vassoio di plexigas ,audacemente, proposto nei primi anni cinquanta.

Una storia infinita quella di Guzzini  come infinito è il design italiano firmato Guzzini: progettato per essere usato. E celebrato, appunto, da un libro,  presentato ieri sera  , non a caso nel tempio dell’arte per eccellenza, la  Triennale di Milano e dal titolo "Guzzini. Infinito design italiano" . Presenti oltre al Presidente della Triennale, Claudio de Albertis e  a Moreno Gentili – curatore del libro e scrittore, giornalista e consulente di strategie di Comunicazione per l’Impresa –  Adolfo e Domenico Guzzini (Ad e Presidente della Fratelli Guzzini), Gillo Dorfles, critico d’arte, filosofo e pittore di fama internazionale, Aldo Colonetti, storico e teorico dell’arte, del design e dell’architettura e Direttore dello IED (Istituto Europeo di Design), Oscar Farinetti, Presidente Eataly e portavoce delle eccellenze italiane nel mondo, Luisa Bocchietto, Presidente ADI .

A moderare l’incontro Giorgio Tartaro, Giornalista da tempo impegnato in  progetti per la comunicazione del design. ,coadiuvato da Philpppe Daverio  critico d’arte,  oltre che conduttore televisivo e docente d’oltralpe,  naturalizzato italiano, che ,con garbo ed ironia, hanno saputo guidare gli ospiti attraverso le vie maestre del design oltre che dell’operosità di 100 anni di storia italiana.

" I Guzzini hanno saputo inventare un nuovo mestiere, quello di saper interpretare il mondo del design"  "hanno interpretato  il design con democraticità senza ,mai, farsi trascinare dal lusso" " esiste equilibrio che genera modo di paralre ed è questo che hanno fatto i Guzzini"  questi i principali  commenti dei  relatori  succedutisi al microfono , culminati da quello di Dorfles che ha dichiarato come "100 anni possano essere molto diversi a seconda dell’azienda, Guzzini all’ombra di Leopardi ,ha avuto il merito di trasformare il vecchio artigianato in prodotti ancora attuali". 

“Prima di poter scrivere il libro  ho dovuto studiarmi tulle le campagne dell’azienda , ha, poi, affermato Moreno Gentili aggiungendo che" nell’innovazione si gioca una carta importante " e riferendo una  frase di Carlo Azelio Ciampi  che, a suo tempo, aveva dichiarato che " i Guzzini avevano avuto il pregio di portare l’innovazione nelle case degli italiani".

" Il libro racconta l’evoluzione di una delle aziende più influenti nel Design italiano, qui descritta in modo avvincente con un alternarsi di personalità della cultura italiana e internazionale a partire dai vertici stessi dell’azienda rappresentati oggi da Adolfo e Domenico Guzzini, imprenditori di successo che hanno saputo dare continuità ai valori storici dei loro progenitori” ha, poi,  concluso  Gentili.
 

Al termine della  serata non è mancata  l’occasione di brindare, con prodotti Eataly, a questo straordinario compleanno che ha consentito  alla famiglia Guzzini di esprimere il proprio orgoglio di essere Made in Italy fin dal 1912.

a cura della redazione