Ribelle, non convenzionale:

e romanticamente reale la donna Schumacher

La donna di Schumaker è aperta e mutlifacciale, sa quello che vuole e non vuole essere limitata.

Disposta a cogliere ogni opportunità è contraria a qualsiai regola o convenzione sociale che le impedisca di esprimersi o  di realizzare i suoi desideri e i suoi  sogni.

La collezione A/I 2010/11 esprime un po’ questo spirito e vuole offrire alla donna una risposta a questo mondo moderno dal tratto veloce ed esigente. Le cose tradzionali sono reintepretate in chiave moderna e sapientemnte combinate a dar vita a un un sogno d’insieme.

Niente è quello che sembra…. la giacca di tweed è arricchita di finiture metalliche con appariscenti collari.

A uno sportivo  tank top di neoprene viene ,incredibilmante, aggiunto un coprispalla di pelliccia abbinandolo a pantaloni jeans dal look vissuto. Tessuti delicati come trina e seta che comunicano fraglità vengono abbinati  a materilai di pelle cosi da diventare ed apparire indisruttibili.

I colori sono una patina che comunicano l’onnipresente atttattivo e attraente lusso. Tessuti pieni di glamour, con sfumature d’oro e di’argento da portare con fierezza e dignità, la seta esprime un chè di vintage e conferisce un’aurea misteriosa.

Il velluto e la lana ,sottilmente, graduate  escono dagli schemi tradizionali ed emanano una patina di lusso.

Quest’anno il blu-vintage sostituisce il nero e insieme al grigio conferisce  alla donna un look forte in base alla filosfia Schumacher: leggero come l’anima e forte come il cemento. 

La cura dei  particolari e i dettagli sofisticati caratterizano i singoli capi conferendo loro un alto livello di integrtità sia in termini di struttura che di decorazione.

Un mondo che pulsa ed aspira alla bellezza e al romanticismo ma con il coraggio della sfida capace di sostenere qualsiasi sguardo.

A cura della redazione