Charles Aznavour: ritorna in italia

dopo 26 anni

Dopo 26 anni di lunga assenza dalle scene musicali italiane  il grande, carismatico e infaticabile, artista francese ,di origine armena, torna ad esibirsi nel nostro  paese.
Ottantacinque anni portati egregiamente, Aznavour ha risposto con arguzia e prontezza alle domande sparate a raffica dai giornalisti che hanno affollato la sala adibita a confernza stampa presso l’Hotel Principe di Milano, lo scorso 9 ottobre.
Alcune delle domande hanno riguardato anche  temi diversi da quelli artistici come la causa per il genocidio armeno per il quale Aznavour (il cui cognome  originario è Aznavourian) si è da sempre battuto o se lui si sia mai occupato di politica cosa che ha escluso . Tuttavia gli è stato principalemnte chiesto perchè è sia stato cosi tanto assente dall’Italia e lui ha risposto che ha ,sempre, scritto in italiano con autori italiani e quando questi si sono occupati di altre cose ha preferito scrivere e cantare canzoni nuove in altri paesi. Gli è stato ,anche, chiesto come mai nella sua carriera abbia  fatto anche l’attore come nel 1960 quando il grandissimo Francois Truffaut l’ha voluto come protagonista nella pellicola "Tirate sul pianista" e se preferisse tale ruolo a quello di cantante.
Aznavour ha risposto che benchè lusingato per il successo ottenuto in questo come in diversi altri film (come la "fossa dei disperati" o "un taxi per Tobruk" o "il passaggio del Reno" n.d.r.) la sua vera vocazione è e rimane quella di cantante, vocazione che non l’ha ,mai, abbandonato cosi come non ha ,mai, dimenticato le canzoni in Italiano come "buon anniversario" e "come triste Venezia" cosi popolari nel mondo, ha raccontato, che se le è sentite, perfino,  cantare da alcuni operai a Cuba.
Un grande cantante insomma e un grande artista che legittimano l’immediata quanto entusiasta risposta del pubblico italiano al suo ritono nel nostro paese quando il prossimo 30 Ottobre Charles Aznavour canterà al Teatro Regio di Parma.
Seguiranno le tournèes del 1 Novembre a Firenze (Teatro Comunale), quella del 3 novembre a Milano (Teatro degli Arcimboldi) del 4 Novembre a Roma ( Auditorium Parco della Musica, nell’ambito della rassegna "Santa Cecilia is wonderfull") quella del 6 Novembre a Catanzaro (Teatro Politeama) e infine quella del 9 novembre a Bari (Teatro Team).
Niente male per un ,sia pur arzillo, vecchietto di 85 anni!.
Gianni Acerbi