Concerto di:

Friedrich Kleinhapl (violoncello) e Andreas Woyke (pianoforte) in occasione della festa nazionale austriaca

 

 

 

 

Un momento culminante del programma autunnale del Forum Austriaco di Cultura a Milano sarà l’esibizione del violoncellista austriaco Friedrich Kleinhapl, in occasione della Festa Nazionale austriaca, il 23 ottobre 2009 presso la chiesa Sant’Antonio Abate.

Conosciuto nel mondo della musica come “uno dei musicisti più promettenti di una nuova generazione”, il quarantacinquenne Friedrich Kleinhapl ha acquisito la reputazione di violoncellista di straordinario talento. Promosso dai rinomati direttori d’orchestra Claudio Abbado e Yehudi Menuhin, Kleinhapl è conosciuto per la sua insolita versatilità – sia quale musicista da camera che per la sua esibizione quale solista di suites e concerti. Insieme al pianista tedesco Andreas Woyke ha sperimentato e improvvisato generi della musica contemporanea del 20° e del 21° secolo – dalla musica classica al jazz, dal pop alla musica etnica. Ha finito la sua formazione classica con lode, ha studiato dai migliori maestri e ha vinto diversi concorsi internazionali. Ha inciso molti cd, di cui l’ultimo con l’interpretazione delle tre sonate per violoncello di Beethoven (marzo 2009) che è stato insignito con i premi più prestigiosi come l’“Exellentia Award” della rivista lussemburghese Pizzicato. Nel 2008 la Banca Nazionale austriaca gli ha dato in prestito il violoncello “Giovanni Battista Guadagnini”, Piacenza 1743 “ex von Zweygberg”, che appartiene alla collezione preziosa di strumenti a corda della Banca. Kleinhapl ha l’impressione che il violoncello abbia arricchito molto il suono della sua musica.

Il musicista si descrive come violoncellista “romantico ed eruttivo” – molto espressivo e assai appassionato per quanto riguarda l’interpretazione, con in dote la necessitá di comunicare al pubblico il suo entusiasmo per la musica. In una recente intervista con la rivista Pizzicato ha ammesso che il suo ingenuo abbraccio di tutte le novità e la sua disponibilità a eseguire delle anteprime si sono sviluppati a causa di deficienze fisiche di cui soffriva nei primi anni dell’infanzia e dell’adolescenza. Finora ha eseguito Rozsa, Rota, Honegger, Korngold, Concerto per Violoncello e Wind Orchestra di Friedrich Gulda, come anche Fantasia per Violoncello e Big Band di Neumeister.

Nato nel 1965 a Graz, ricorda spesso i suoi genitori suonando musica classica nella propria casa. Essendo affascinato dal suono del violoncello sin dal primo momento che l’ha sentito per la prima volta alla radio, ha cominciato a suonarlo. Riconoscendo la sua passione per la musica i genitori incoraggiavano un’educazione musicale già all’età di quattro anni. Iniziando come studente al Conservatorio, ha suonato per molti anni al Gustav Mahler Jugendorchester sotto la direzione di Claudio Abbado. A quattordici anni si è iscritto alla Musikhochschule a Graz, dove ha studiato da Philippe Muller, professore ospitante da Parigi. Muller ha riconosciuto il suo talento e l’ha incoraggiato a continuare a studiare da lui a Parigi, dove Kleinhapl ha ricevuto una borsa di studio per due anni. Lì, ha conosciuto Pierre Fournier, Yehudi Menuhin e Paul Tortelier, tutti quelli che l’hanno ispirato. Soprattutto Paul Tortelier ha sostenuto il suo talento quale solista.

Dal 2003, come direttore artistico della rassegna di concerti di musica da camera della Radio e Televisione Austriaca (ORF), Kleinhapl ha anche presentato la serie dei “Eggenberger Schlosskonzerte”. Dal 2003 suona e pubblica numerosi cd insieme al pianista tedesco Andreas Woyke. 

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Per informazioni:
Forum Austriaco di Cultura
tel.: 02-783741
mailand-kf@bmeia.gv.at
www.austriacult.milano.it

 A cura della redazione