Il Maestro di donne

Avventure galanti di un avvocato impenitente. Un romanzo di Francesco Marino avvocato siciliano ma residente a Milano dove esercita la professione come civilista

Ogni paese di provincia ha il suo Maestro di donne. Anche a Letojanni, cittadina della Sicilia attaccata a Taormina, alla fine degli anni Settanta ce n’era uno. Il suo nome era Vannuccio, un precettore colto, spiritoso e goliardico, dotato al tempo stesso di una fine saggezza. Viveva a Parigi, dove si era laureato in lettere e filosofia. Ogni estate faceva ritorno a casa per rivedere gli amici di sempre. I ragazzi lo aspettavano con trepidazione, perché raccontava storie del bel mondo a loro sconosciuto e, soprattutto, li faceva sognare con le sue lectio magistrali sulle donne, tenute a fine serata nella piazzetta di fronte all’antica chiesa. Con i suoi appassionanti discorsi, in realtà, Vannuccio li educava alla vita nel modo più simpatico e allettante. A fare da controcanto al Maestro, un giovane e brillante avvocato, uomo di non poche contraddizioni che, in un modo o nell’altro, talvolta bluffando, ne insegue la scia. Il Maestro di donne è un romanzo incentrato principalmente sull’universo femminile, narrato con garbo. Memorie adolescenziali, riflessioni mature, finzione ironica, prendono i tratti di una spassosa e intensa commedia sulla vita. Parigi, Cannes, Taormina, Milano, la Brianza, il lago di Como e la Corsica sono i luoghi dove sono ambientati i diciassette capitoli. A unirli il filo conduttore che intreccia i destini del Maestro e dell’avvocato, le cui identità si scambiano incessantemente in un vorticoso e ambiguo gioco delle parti.

Mi chiamo Francesco Marino. Sono siciliano di Taormina e vivo a Milano. Sono un avvocato e mi occupo di diritto civile, in particolare di contrattualistica dello spettacolo e della moda.
In questi giorni sono inquieto, molto nervoso. La mia casa praticamente è lo studio.Ci passo sedici ore al giorno, ne rimangono otto da dedicare a tutte le altre cose. Due le impiego per mangiare. Ne rimangono sei, di cui due le utilizzo per pensare e quattro per dormire. Sì, ultimamente non dormo molto. Lo stress. Questo è un problema. Però non perdo mai una causa!

Beato lui!

Dalai Editore, prezzo Euro 17,50 IVA inclusa

Da non perdere!

a cura della redazione