“La mia sfida” di Rosanna Casagranda:

dalla malattia al ritorno alla vita, attraverso l'amore di sà e ...la civetteria

 

“Mi chiamo Rosanna, ho 49 anni e potrei definirmi la cosiddetta “signora di mezza età” […]. Ho avuto una vita oserei dire complicata, ho toccato grandi disperazioni e sfiorato spesso il confine tra lucidità e follia. […] Molte volte mi sono chiesta che senso aveva tutto quel dolore e perché era capitato proprio a me. […] Facile la risposta: perché non sapevo fare la cosa che sembra più naturale a questo mondo, non sapevo Nutrirmi”.

Inizia così “La mia sfida”, il libro di esordio di Rosanna Casagranda che racconta, in poco più di un centinaio di pagine, quello che lei medesima definisce come il suo ritorno alla vita, il suo percorso di integrazione e civetteria, dopo una storia di malattia durata più di 20 anni.

A colpire Rosanna all’età di 15 anni è stato un rapporto con il cibo ossessivo, disequilibrato che l’ha condotta all’anoressia e a tanti ricoveri in ospedale. Fino alla decisione coraggiosa, in un giorno di maggio, di riprendere in mano la sua esistenza, partendo dall’amore di sé e dal riconoscimento dei suoi conflitti interiori.

In quelli che somigliano agli appunti di un diario intimo, l’autrice non si abbandona mai all’esibizione compiaciuta della sua sofferenza, neppure quando descrive l’infanzia non semplice dopo la scoperta del male della madre. A prevalere è invece un tono gioioso, perché il libro è un inno alla vita e alla forza di ricominciare che sta in ognuno di noi.

Scritto in uno stile agevole che rende piacevole la lettura, “La mia sfida” ha il valore di testimonianza, preziosa per tutti e non solo per chi ha sofferto di anoressia, in merito a come si possa uscire dalla malattia e dal dolore a testa alta, tornando cambiati e “forse anche migliori”, come afferma la scrittrice esordiente.

Innanzitutto prendendosi cura di sé, concetto variegato che implica l’importanza di seguire un corretto stile di vita e di regalarsi ogni giorno piccole coccole con gesti semplici ma quanto mai efficaci: basta un fiore o, persino, una crema.

Ma è importante anche attraversare la vita con “civetteria”. Lungi dall’essere assimilabile alla seduzione, la civetteria è invece, secondo la visione di Rosanna, arte dell’intelligenza femminile ad ogni età, modo di vivere votato alla grazia, all’eleganza e al garbo. È la meraviglia di essere donne, accettando con stile il nostro destino.

“La mia sfida” di Rosanna Casagranda è pubblicato dalla casa editrice Biblos ed è in vendita al pubblico al prezzo di € 14,00.

IL GERMOGLIO – LOC. FRATTE 26 – Tel. 0461 512511 – 38057 PERGINE – TN

a cura della redazione